Tik Tok RMX, l’utilità dell’inutile?

da | Recensioni singoli

Lo scorso 12 febbraio a mezzanotte, a distanza di più di due mesi dall’uscita di Famoso, il terzo album del rapper italiano Gionata Boschetti aka Sfera Ebbasta, è uscito il remix di uno dei brani più popolari del progetto: Tik Tok RMX che vantava già due featuring con Guè Pequeno e Marracash, ai quali si sono aggiunti Paky e Geolier.  

La domanda che mi sono posta è stata: ne avevamo davvero bisogno? La risposta è no. Un no secco, il brano di per sé non ha molte pretese, è stato pensato per scatenare le famose challenge in cui ci si sfida a colpi di bacino sul social omonimo (Tik Tok per chi non l’avesse ancora capito) e renderlo dunque virale. È innegabile che il ritornello, pur essendo formato per lo più da onomatopee, sia un tormentone. 

La base prodotta da Drillionaire è futuristica sì, ma forse un po’ troppo. L’atmosfera epica stride con il testo che parla di tutto, eccetto che di grandi imprese. Il concept di Famoso è il riscatto sociale del rapper che, dal 2016 ad oggi, ha dimostrato di saperci fare sia per i numeri raggiunti, sia per i featuring prestigiosi con Offset, Steve Aoki, Diplo e J Balvin – e diciamocelo, se in discoteca (illo tempore) non conoscevi le sue canzoni, facevi prima a rimanere a casa. Che piaccia o meno, Sfera, col suo stile a metà tra il pop rap e la trap, è riuscito a conquistare buona parte del pubblico italiano e il rispetto della scena musicale nazionale e non solo.

Bisogna pur dire che non tutte le ciambelle escono col buco. 

Tik Tok, prima del remix, includeva già di due collaborazioni importanti: Marracash e Guè Pequeno, con i quali Sfera aveva già collaborato. Prima nel 2016 in Lamborghini con Guè e poi nel 2019 in Supreme-L’ego di Persona, l’ultimo progetto di Marracash al quale a breve farà seguito una Delux Box. I King, ormai più che affermati, sono entrati a gamba tesa nel brano rimanendo fedeli a se stessi, e diciamo anche elevandolo. La barra di Mr. Fini, con la sua inconfondibile eleganza-arroganza, si distingue tra tutte, in cui si potrebbe anche intravedere un chiaro riferimento al cinema di Roberto Benigni:

Nuovo rich, la vita è bella
Ma la bella vita è molto meglio, bitch

Cosa o chi si aggiunge a Tik Tok RMX ? 

Al brano si uniscono Paky e Geolier, che si contrappongono agli artisti precedenti poiché totalmente emergenti, di cui il primo addirittura senza ancora un album alle spalle. Paky si era già fatto notare in Sport+Muscoli RMX contenuto in Persona che, pur essendo inserito in un altro contesto, è tutt’altra storia. Il brano è musicalmente coerente, il timbro graffiante di Paky viene ben compensato dal flow più melodico di Geolier, ma purtroppo entrambi non ne aumentano l’interesse. Tik Tok RMX non aggiunge nulla a Tik Tok se non due strofe in più. 

In un’era fatta di marketing, strategie di mercato, singoli pubblicati prima dell’album per evitare che la soglia dell’attenzione dell’ascoltatore medio cali dopo più di 30min, ci sono anche remix e remix. Credo fortemente che un adeguato rimaneggiamento di un brano possa veramente renderlo ancora più forte, ma non è questo il caso. 

Ciò che mi piace vedere però, è l’entusiasmo degli artisti nel collaborare insieme, ed è ciò che si evince dal video musicale di Tik Tok RMX. Sicuramente loro si sono divertiti, ecco. L’utilità dell’inutile sta in questo. Qualora la musica non dovesse adempire al suo compito, che lo faccia almeno l’empatia!

Articoli Correlati