Venerdì di Ariete è un incantesimo da ascoltare

da | Recensioni singoli

Quando una chitarra e una voce bastano per farti vibrare l’anima: il nuovo singolo Venerdì di Ariete.

Non smette di stupirci la promettente Ariete, alias Arianna Del Giaccio. Dopo la riuscita collaborazione con gli Psicologi  e dopo l’album Spazio , il quale contiene successi come Amianto , Riposa in Pace’ e Pillole, la cantautrice romana ritorna a colpire diritta al cuore con singolo Venerdì.

Rilasciato il 16 ottobre, il nuovo brano è una canzone da <<dedicare a chi amate ma con prudenza, è un pezzo del mio cuore>>, così come  rivela la giovanissima Arianna nelle stories del suo profilo Instagram @iosonoariete.

Venerdì è una canzone semplice, da canticchiare mentre fai un giro in città, magari di notte, pensando a quella persona che ti fa battere il cuore…

’’E ti cerco un po’ ovunque

Quando giro di notte stiro ed entro un bar qualunque’’

Forse, la cantautrice, racconta di un amore adolescenziale, in cui ogni dettaglio risulta enfatizzato.
Dobbiamo ammetterlo: si è, di nuovo, adolescenti nel momento in cui ci si innamora, quando nel nostro cuore si fa strada quella sensazione che ci porta a sentirci inconfondibili ed unici. E’ così che Arianna canta nel pre-ritornello del suo nuovo singolo:

‘’Questo è il bello di amarti

Io mi sento importante’’.

E’ la semplicità l’arma segreta di questa storia d’amore: non c’è bisogno di chissà quali gesta o sigilli. Basta realmente poco per sentirsi felici.

”Io non voglio mai un cazzo, solo stare bene un’ora
O toccarti per sempre, insieme sotto le lenzuola
Anche se poco dopo litighiamo a squarciagola
[…]
Se ti faccio un regalo, apprezzi quello che ho da darti
Se ti dico: “Ti amo” e non ti compro coi contanti”

Ariete, con la sua voce rilassante, ha il potere di farci sognare ad occhi aperti. In Venerdì esterna quelle magiche sensazioni che percepiamo ogni qualvolta abbiamo la fortuna di trovare una persona simile a noi.

Quante volte abbiamo preso parte ad una festa avendo la mente altrove? Quante volte, circondati dai nostri amici, ci siamo sentiti soli? Fissando quel punto della stanza, immaginando quella singola persona…

Ecco. La cantautrice, che porta il nome del primo segno dello zodiaco, trasforma in note tutto questo:

’’E non lo so quanto ci resta ma vorrei tenerti qui

Scapperemo da una festa e da un noioso venerdì

Sai, con te io non mi annoio mai

Ti direi altre mille cose ma tanto tu già le sai’’

Quindi sì, possiamo dedicarci le frasi d’amore più sdolcinate, scopiazzate dai Baci Perugina o prese dal profondo del cuore; possiamo riempire i cellulari di poemi su Whatsapp, tentando di descrivere ciò che proviamo… eppure, davanti all’amore di chi ci fa sentire importante, ogni sforzo diventa superfluo, a momenti banale. In fondo, non c’è alcun bisogno di spiegarsi:

”Ti direi altre mille cose, ma tanto tu già le sai”

Le emozioni hanno la chiave d’accesso per luoghi nei quali le parole possono fare solo capolino.

Articoli Correlati