L’estate di Blanco è targata “Nostalgia”

da | In Evidenza, Recensioni singoli

Quasi non ce l’aspettavamo, ma la hit estiva del classe 2003 è arrivata puntuale e ci accompagnerà per i prossimi mesi.

Sentivate già la nostalgia di Blanco? Rispondiamo noi: impossibile. Dall’uscita del suo primo disco Blu Celeste a settembre 2021 la sua voce è entrata prepotentemente nei nostri ascolti senza abbandonarci più fino ad oggi. Sembra ieri quando veniva pubblicato quell’album, è vero, eppure nel frattempo ne sono successe di cose. La vittoria di Sanremo e la conseguente partecipazione all’Eurovision hanno reso lui e Mahmood due artisti di fama internazionale tanto che le date del tour del classe 2003 sono andate subito tutte sold out. Già dai primi concerti, gli 8 svolti finora prima dei 19 estivi che si protrarranno fino a settembre, si capisce quanto Blanco sia riuscito a entrare nel cuore delle persone.

È finito sulla bocca di tutti e in tutte le radio e la sua voce è diventata chiaramente riconoscibile anche da chi non sa nemmeno che volto abbia. In un periodo così denso, quello che a tutti gli effetti è l’artista del momento ha comunque sentito il bisogno di lasciare un’ulteriore traccia di sé. Ecco dunque Nostalgia, nuovo singolo in perfetto stile blanchito rilasciato a mezzanotte. Nel brano ci sono tutti gli elementi che non solo ci si aspetta ma che ormai i suoi fan pretendono di trovare sempre in ciò che fa. Innanzitutto alla produzione c’è Michelangelo, con il quale forma un duo solido e vincente. Poi c’è il tema dell’amore, qui descritto nel suo lato caotico e disordinato che genera scontro e dipendenza allo stesso tempo.

E sono giorni che non torni e, sì, te ne fotti
Che ti voglio qui che mi affronti e mi prendi a schiaffi
E lasci da parte l’orgoglio mentre io ci riprovo
Vuoi una notte da fuoco e mi rinnamoro di te

Il timbro vocale, poi, è il suo marchio di fabbrica. La verve con cui strilla strofe e ritornello è coinvolgente e risulta ogni volta di grande impatto. Aggiungete un videoclip in cui mostra costantemente la sua faccia crucciata intenta ad urlare e il gioco è fatto. L’equazione vincente, sempre nel video, si conclude con le immagini di lui a petto nudo in giro per le strade di New York, con annesso l’immancabile mutandone bianco.

Un successo assicurato dal momento che Blanco, in questo pezzo, ha volutamente fatto leva su tutti gli elementi che stanno alla base della sua notorietà.

Nostalgia è la perfetta prosecuzione di quanto abbiamo visto finora, un’altra portata in un banchetto in cui gli ospiti non sembrano essere ancora sazi. Con questo singolo abbiamo la certezza che Blanco non ci lascerà soli neanche quest’estate. Per certi versi sembra un dejà vu, una Mi fai impazzire in versione 2.0 senza la presenza di Sfera Ebbasta. Perché adesso il ragazzo non ha bisogno di nessuno al suo fianco per sfornare hit.

Articoli Correlati