“LINGUE” è il party techno di Close Listen

da | Nov 16, 2022 | Recensioni singoli

E’ la mezzanotte di venerdì 11 novembre e, tutto d’un tratto, ci ritroviamo in mezzo a un rave.

Con il benestare del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, è un rave al 100% legale. Niente casini burocratici, amministrativi o penali, giuro. Volete provare anche voi quest’esperienza? Collegate le cuffiette al telefono al massimo del volume e iniziate a riprodurre LINGUE. Il teletrasporto non è ancora stato inventato, ma qui ci andiamo vicino.

LINGUE è una bomba techno, lanciata da Close Listen e Lil Jolie con una precisione millimetrica.

Le sonorità sono quelle aggressive e seducenti allo stesso tempo della migliore produzione techno del nostro Paese. Una colonna sonora che si adatterebbe benissimo a film come Il Divo, à la Sorrentino. L’atmosfera è proprio quella nebbiosa e a flash dei locali più in di Roma. E il riferimento a Il Divo non è casuale.

Il freestyle di Lil Jolie richiama le sfere del potere e della potenza, il Quirinale, Roma.

Insomma, se dovesse uscire un nuovo film su Giulio Andreotti, LINGUE sarebbe decisamente perfetta come spina dorsale della colonna sonora. Soprattutto se alla regia ci fosse Sorrentino.

Nonostante il genere techno non sia abbastanza considerato in Italia, Close Listen è veramente un pezzo da 90. Ciò che voleva evocare con LINGUE è tangibile, ce lo vediamo davanti agli occhi. Anzi, chiudiamoli, gli occhi, e iniziamo a ballare.

Con Fractae e Delta, Close Listen rilascia questa bombetta niente male, prossimamente in tutti i locali più in d’Italia.

La voce di Lil Jolie, i temi che tira fuori nel suo rappare, la base di Close Listen: tutto si sposa perfettamente in questo pezzo. Un matrimonio artistico che va avanti da diverso tempo, quello fra i due artisti, ma che non smette di sfornare belle sorprese discografiche, sempre molto originali e distinte fra loro.

Pronti a lasciarvi andare alla prossima serata? Assolutamente sì, parola di Close Listen e Lil Jolie.

Articoli Correlati