Leon Faun e la sua ultimissima “Pioggia”

da | Recensioni singoli

Nel caldo estivo che inizia ad invadere con prepotenza le giornate Leon Faun decide di presentarci il suo singolo Pioggia, illudendoci con un titolo fresco e autunnale.

Ma il titolo è per l’appunto un illusione perchè il brano è vivo, ritmico tanto quanto un brano estivo. La melodia di Pioggia non è invadente ma travolge quanto basta per essere ascoltata con piacere fino alla sua conclusione con il rischio di voler rischiacciare play per riascoltarla.

Leon Faun è il nome d’arte di Leon de la Vallée, giovane rapper romano classe 2001. Alcuni fan lo definiscono finanche un orgoglio italiano, saranno i testi, il suo talento recitativo che lo lascia distinguere anche nei videoclip, in ogni caso Leon Faun si distingue e semina apprezzamenti. Le sue canzoni arrivano alle orecchie di tutti, piene di significato ma mai fin troppo complicato.

La sua ultimissima Pioggia è un tripudio di un sound e di vibes che non dimentichi dopo il primo ascolto.

Il brano avrebbe dovuto far parte dell’album C’era una volta ma poi è stato scorporato e pubblicato a parte, in ogni caso molti vi rivedono un proseguo dell’album ed anche una meritata conclusione di quel ciclo artistico. Del resto, anche Leon Faun stesso, nel post che annuncia l’uscita del singolo, scrive e dichiara “Vedo questo pezzo come il lieto fine di un bellissimo capitolo”.

E vado a tempo con la pioggia
ogni goccia mi riporta a quella volta
questa porta, a cosa porta
ma la pioggia, no non mi tocca
mi ricorda quella rabbia,
quella noia, quella gabbia

Anche se la Pioggia è frequente, costante, battente, non bisogna disperarsi e chiedere soltanto l’uscita del sole, il segreto è imparare a ballarci sotto. Grazie Faun, ottimo consiglio!

Articoli Correlati