Levante ci racconta cosa accade dall’alba al tramonto

da | Recensioni singoli

Levante racconta una storia diversa con Dall’alba al tramonto, l’ultimo singolo uscito alla mezzanotte del 21 Maggio.

Vi è mai successo di avere paura che quel vostro star bene stia finendo? Che quel momento tanto temuto sia arrivato? Quando stiamo bene c’è solo una cosa di cui abbiamo paura: che arrivino i titoli di coda. 

E non ti piacciono i finali
È troppo facile inventarli

In genere, nei singoli, nella musica di sempre, da cantautori più o meno famosi, siamo abituati ad ascoltare il racconto della fine, della tristezza, della tragica delusione che segue la fine di qualcosa. Levante con questo singolo si sofferma a descrivere il momento il momento in cui siamo assaliti dal terrore che quella fine stia arrivando. Non si parla solo di storie d’amore, ascoltando Dall’Alba al tramonto, non si viene proiettati solo ed unicamente alle delusioni sentimentali del fidanzatino dei primi tempi o del più recente partner; Levante, con la sua voce dolce e malinconica trasporta i pensieri di chi ascolta in una dimensione ben più ampia.

E ogni volta che accade, ogni volta che cado
Ogni volta da capo, ogni volta non la vorrei, però…

Quante volte siamo stati male solo all’idea che le nostre sensazioni negative non si siano sbagliate. Quante volte ci siamo ripromessi di non rivivere quella sensione di abbandono, di perdita, per poi scoprire di non essere immuni, che averlo provato una volta non evita che possa riaccadere.

Ma Dall’alba al tramonto non vuole essere malinconica, anzi, è forse più speranzosa di tanti altri testi. Come suggerisce il singolo stesso, il tramonto e seguito sempre da un’alba, e questo non dobbiamo dimenticarlo.

Tu, lo sai che nella fine
Ci son tanti inizi da inventare?

Grazie Levante per averci letto dentro, per aver raccontato una storia diversa dalla solita, per esserti discostata dal canonico racconto della delusione che segue la fine di una storia d’amore, o di un qualcosa di bello.

Grazie per aver descritto quell’attimo prima, tanto più atroce, quanto più autentico.

Articoli Correlati