“Insieme” a Ceri: un viaggio tra suoni e certezze

da | Recensioni album

Stefano Ceri, classe ’90. Brillante produttore musicale che fa parlare di sé ormai da tempo per aver collaborato con svariati artisti, ma anche e soprattutto per aver portato al successo ogni progetto con la sua firma. Oggi Ceri è di nuovo protagonista e presenta Insieme, il suo nuovo EP.

Ceri passa e lascia il segno. Nel 2019 il suo primo EP Solo lo ha battezzato come solista e confermato un artista a trecentosessanta gradi. Un passo alla volta, prima Solo, ora Insieme e non è tanto per dire!

“Ciao!
Come regalo di compleanno ho deciso di dirvi questa cosa: il 26 marzo uscirà “Insieme”, il mio secondo EP.”

Comincia così, con un post su Instagram, il countdown Insieme a Ceri. Per ogni traccia un’illustrazione: complessa ma al tempo stesso semplice, minimalista e con colori vivaci.

Cosa aspettarsi? Quale potrebbe essere il filo conduttore dei sette brani di Insieme? Ceri per questo progetto coinvolge qualche amico di vecchia data, ma non solo! Ecco spiegato il motivo:

“In un mondo che sembra allontanarci l’uno dall’altro, in un momento in cui molte persone tendono a chiudersi nelle personali convinzioni diventando gelose delle proprie idee, ho visto quanta energia e quali risultati si riescono ad ottenere mettendo da parte l’ego e unendo le forze. Per questo motivo ho sentito l’esigenza di parlare di tutto ciò e di farlo in compagnia. Perché forse, in fondo, solo insieme potremo essere.”

Facile, ft. Coez

Se questo gran rumore
Andasse via col sole
La notte avesse un altro odore
Sarebbe più facile

L’apertura che ci meritavamo.

La musica che accompagna le parole o le parole che accompagnano la musica? Ma soprattutto i nostri pensieri che fine fanno mentre ascoltiamo questo pezzo?

Facile è immediatezza.

Testo e suoni sono un tutt’uno. L’unione tra Ceri e Coez non ci è nuova, ce la meritiamo più spesso!

HappySad, ft. Franco126

Un po’ come una ricetta: prendi Ceri, aggiungi Franco 126. Mescola Attenti al lupo di Lucio Dalla, ricevi l’ok dall’autore Ron ed ecco HappySad.

Con questo brano siamo a metà tra vecchio e nuovo.

HappySad che rivisita completamente uno dei pezzi sacri della musica italiana, mi ha colpito dalla prima nota. Non c’è una virgola fuori posto. Ad essere onesta, non vedo mai di buon occhio le canzoni riprese da altri, mea culpa, forse sono tradizionalista ma ammetto che, soprattutto i brani che reputo intramontabili della musica italiana, non accetto che vengano in qualche modo “disturbati”.

Eppure, HappySad mi ha fatto ricredere. Il testo racconta di due amici che si perdono.

Non ci sono vinti o vincitori, semplicemente le strade della vita sono tante e non sempre la nostra coincide con quella di altri.

Poi di colpo ognuno per sé
Non ricordo neanche perché
E mi sento un po’ happy-sad
Piango scoppiando a ridere

Un mood non troppo difficile da immaginare, una storia non troppo lontana dalla realtà. HappySad si canta e si balla senza se e senza ma. Ceri e Franco126 insieme sono una certezza, ormai è chiaro a tutti e li preghiamo cortesemente di non perdersi come i due protagonisti del brano perché sarebbe davvero un colpo basso!

Buio sereno, ft. See Maw

Ogni volta che il cielo
si fa buio sereno
io saprò cosa sono
quando perdo tutto ciò che ho

Questo pezzo lo abbiamo ascoltato per la prima volta qualche mese fa. Featuring con See Maw molto interessante, produzione dello stesso Ceri e mixato da Gigi Barocco @Studio 124. È un brano piuttosto coinvolgente con tutte le carte in regola capace di accompagnarci in un viaggio (purtroppo per il momento solo mentale) con una sonorità molto vicina al dancefloor.

Quando ascoltare questo pezzo? L’ideale sarebbe in spiaggia, cocktail alla mano e amici intorno. La realtà è tutt’altra ma vale la pena conservare Buio Sereno per quando tutto questo sarà possibile.

Da distante, ft. Colombre

Ogni distanza
è una conquista, una filosofia
ma quante volte
non sei sincero e te ne vai via

Considerando il periodo storico che stiamo vivendo, parlare di distanze è come colpire il centro al tiro a segno. Siamo tutti un po’ coinvolti in questa canzone perché ognuno di noi può accorgersi, ascoltandola, che spesso siamo noi in prima persona a voler allontanarci da qualcosa che ci turba, convinti che sia la scelta migliore.

Ci allontaniamo per non affrontare una situazione perché molto banalmente è più facile fuggire che restare.

È vero anche che non è mai tutto giusto o tutto sbagliato. Allontanarci, guardare le cose da un’altra prospettiva può aiutare a trovare una soluzione, ma Ceri e Colombre ci ricordano che…

Ma se te ne vai
per non pensarci più
non si risolverà niente
come sempre

Solo una volta

Una traccia che è dolce nelle parole e nella musica. Forse però tutta questa dolcezza è un po’ controproducente anche perché il troppo stroppia.

E se questa volta, questa volta
Sentirai che
Che è il mio sguardo
Quello giusto per te

Rispetto alle altre tracce, Solo una volta è molto più delicata, i suoni restano ricercati e la firma di Ceri è indiscutibile però è come se mancasse qualcosa, forse un po’ di ritmo?

Non lo farei mai, ft. Ginevra

Non lo farei mai
Tenerti all’oscuro
Non lo farei mai
Preferisco tenerti al sicuro

La voce di Ginevra abbiamo imparato a conoscerla anche per le sue recenti collaborazioni con Mecna e Ghemon.

Non lo farei mai è fiducia ma anche promessa.

Promettere di esserci e non solo a parole. A quelle poche persone di fiducia che abbiamo nella nostra vita, promettiamo di non mancare in qualsiasi situazione. Che sia giorno o notte, che serva bere per festeggiare o per dimenticare.

Sai che ci sono
Se hai bisogno di aiuto
Fammi uno squillo
Arrivo in un minuto

Insieme

Adesso che voleremo insieme…

Ceri con l’ultima traccia Insieme mette un punto.

La grande certezza di questo EP è proprio Stefano Ceri. E per rispondere alla domanda iniziale, direi che stavolta non dobbiamo cercare alcun un genere, nessun filo conduttore tra le tracce perché il tassello fondamentale è il lavoro di Ceri che non ci delude neanche stavolta.

Insieme è come percorrere un viaggio in cui non hai niente di organizzato ma vivi ogni giornata, ogni momento come un’avventura. Chiudi con una, apri con un’altra.

Ogni brano ha una sua storia e questo rende Insieme unico proprio come Ceri.

Articoli Correlati