“Ragazzi fuori”: diario di bordo dei primi trent’anni di Ketama126

da | Recensioni singoli

Tra qualche feat negli album di Noyz, Gué e Fabri Fibra e due singoli lanciati nel 2021 ecco il ritorno di Ketama126. Ragazzi fuori è l’omaggio che l’artista fa a due film cult come Mery per sempre e, appunto, Ragazzi fuori, anche se forse il primo vero omaggio lo fa verso se stesso, raccontando con schiettezza i suoi primi trent’anni.

Ragazzi fuori, prodotto da Drone126 e Il Tre Beats, ha suoni differenti rispetto ai precedenti lavoro dell’artista romano, più intimi, pronti a portarci dentro una storia, la sua.

Nasco a Latina in via del Lido
Forse per sto motivo il mare fa sentirmi vivo
Tre anni dopo mi son trasferito
zona San Lorenzo parco Tiburtino
Ero solo un bambino e non ricordo un granché
solo che stavamo stretti dentro un letto in tre

Un percorso che segna le tappe più importanti della vita di Ketama126, con la capacità dell’artista di rimandare a mondi diversi che si intrecciano bene come musica e cinema.

Marco Risi, regista di Mery per sempre e Ragazzi fuori, film cult a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta, si sarà sentito chiamato in causa quando avrà sentito “Kety per sempre” e letto il titolo del singolo?

Di certo la scelta delle citazioni non sarà stata casuale, visto i temi trattati dai film in questione e dalle parentesi di vita raccontate in questo e altri brani di Ketama126.

Sto coi miei ragazzi fuori
(ragazzi fuori)
voglio i miei ragazzi fuori
(li voglio liberi)
resto coi ragazzi fuori
(e resto qui)
voglio i miei ragazzi fuori
(se scendi lo sai dove ci trovi)

Un amore viscerale per Roma che prima lo porta a Berlino, quasi come se fosse stato necessario tagliare il cordone ombelicale, e poi farci ritorno, in quel quartiere, Trastevere, che ti ammalia, ti culla e, forse, poi ti inghiotte.

Chi nasce e cresce qua
qua ci muore
mia mamma mi diceva
non passare per le scale
le stesse scale ci hanno visto diventare
quel che siamo
crescere farci del male

Trent’anni passano così, un po’ per tutti, con la costante di farsi passare davanti agli occhi e, in questo caso, nelle orecchie, il film della vita. In Ragazzi fuori il regista è Ketama126 e di certo è in corsa per l’Oscar alla romanità.

Lo sappiamo tutti, se li cerchiamo sappiamo dove trovarli i Ragazzi fuori

Articoli Correlati