Massimo Pericolo infuoca il palco del Tuscany Hall di Firenze 

da | Mar 20, 2024 | #Cromosomiintour

Oggi, 19 Marzo 2024, Massimo Pericolo si è esibito nell’ultima data sold out de “Le cose cambiano Club Tour 2024”, al Tuscany Hall di Firenze

La venue era intima e raccolta ed il pubblico costituito quasi esclusivamente da ragazzini. 

Al suo arrivo sul palco, il Vane -tuta e birretta in mano- ha iniziato a rappare sulle note di “Massimo Pericolo”, intro del suo ultimo album. La folla era in visibilio e tutti cantavano a squarciagola. 

Fra “Diluvio” e “CASA NUOVA”, brano contenuto nel suo vecchio album “SOLO TUTTO”, Massimo Pericolo si è preso un attimo di pausa per decretare:

“Il dolore è inevitabile, la sofferenza no. Quindi la cosa sensata che dovete fare è usare sempre il dolore come un allenamento, un’occasione per allenarvi e diventare più forti. Mi raccomando, diventate forti.”

La scaletta del concerto ha ripercorso i grandi successi del rapper di Brebbia, spaziando dall’album più recente -“Le cose cambiano”- a “Scialla semper”, passando per “SOLO TUTTO”. Non sono mancate neanche hit come “STAR WARS”, contenuta in “MACHETE MIXTAPE 4” e “SCACCIACANI”, brano in collaborazione con Ketama126. Insomma, Massimo Pericolo ha accontentato sia i fan più affezionati che i neofiti. 

Non sono mancati gli intoppi, che Alessandro ha saputo gestire al meglio. Un problema tecnico con la traccia di “STUPIDO” è diventata un’occasione per l’intero pubblico di cantare la canzone a cappella. E, neanche a dirlo, la conoscevano tutti a memoria! 

Le scenografie erano semplici ma d’effetto: un proiettore con i lyrics e delle animazioni hanno accompagnato l’intero concerto. 

Massimo Pericolo ha dimostrato di saper gestire il palco ed intrattenere il pubblico. Le canzoni erano precedute da una breve introduzione, in cui il rapper dispensava le sue massime. 

“Ho avuto qualche problema con la legge. Tanto tempo portato via, però alla fine è stato proprio quel momento lì che mi ha dato la spinta per puntare tutto sulla musica. Quindi non tutto il male viene per nuocere. Se tutto va male non vi preoccupate, raga.”

Questo, come potete immaginare, è stato l’intro di “Le cose cambiano”. 

Il Vane può vantare un grande carisma ed una presenza scenica importante. La grinta che ha portato sul palco è stata ineguagliabile, forte anche della giovane età dei presenti. Purtroppo però, dal punto di vista tecnico non si può dire sempre lo stesso. Massimo Pericolo in più momenti ha attaccato in ritardo, cercando di riprendere il tempo a discapito della chiarezza del testo. Ma, in ogni caso, potrebbe capitare a chiunque e questo piccolo neo non sporca un’esibizione altrimenti molto coinvolgente.

Tutto sommato, l’esibizione dal vivo è stata all’altezza delle nostre aspettative. Alessandro non ha perso occasione di veicolare i messaggi di cui sono intrisi i suoi brani, rivolgendosi al pubblico come un fratello maggiore. È stato un viaggio commovente ma allo stesso tempo adrenalinico. Non ci resta quindi che cantare a squarciagola, in attesa delle date estive:

E spacco come… cazzo, cercavo un esempio ma spacco come nessun altro!

La Playlist di Cromosomi