“InstagramMare” dei Legno feat. rovere

da | Recensioni singoli

Non negatelo. In tanti lamentavate la mancanza del famigerato tormentone estivo del 2020. Come darvi torto! Quest’anno la hit dell’estate si è fatta un po’ attendere. Finalmente ce l’abbiamo e per di più indie: è uscito oggi a mezzanotte il featuring dei Legno e i rovere, dal titolo InstagramMare.

La leggerezza che vuole trasmettere questo singolo estivo si percepisce già dalle prime note e segna una nuova estate che quest’anno ha già fatto tanto parlare di sé ma che alla fine è arrivata insieme al suo tormentone annunciato così dalle due band indie: “In InstagramMare c’è la voglia di tornare a vivere con serenità ma anche con responsabilità. Con le scatole di Legno in “rovere” siete pronti a passare un’estate eccezionale insieme a noi?”.

La prima cosa che ho percepito ascoltando il pezzo stanotte è che non si fa riferimento a ciò che è accaduto nei mesi scorsi. Questo espediente assume una valenza storica non poco importante perché è l’atteggiamento tipico assunto in un dopoguerra da chi vuole riemergere, ossia quello di non voler sentir parlare, per un po’, del doloroso evento. Impossibile e ingiusto sarebbe dimenticare: bisogna far tesoro della sfortunata vicenda che ha segnato il 2020 di tutto il mondo, cambiando le nostre vite. Non dobbiamo dimenticarcene, ma affrontarlo e guardare avanti.

E’ quello che vogliono trasmetterci i Legno insieme ai rovere con questo singolo, che è un inno felice alla resilienza.
I due gruppi si uniscono in un featuring fresco, musicalmente un po’ retrò e ci lanciano questo gavettone estivo, ricordandoci della normalità secondo cui, ogni anno, quando finisce l’anno scolastico:

i ragazzi escono da scuola coi motorini tutti truccati

A giugno la scuola chiude. Ogni studente tira un sospiro di sollievo e si trasforma in un eroe epico in groppa al suo motorino in giro per la città. Lo vediamo pronto ad una nuova estate e a nuove esperienze da collezionare. Per esempio, le mie estati da adolescente me le ricordano I Cani con “il Negroni che guardavi dall’alto e mescolavi, a fine giugno maturità e aperitivo a Monti”. Tutti abbiamo una canzone pronta a ricordarci chi siamo stati.

Legno e i rovere con questo singolo aprono le porte alla normalità delle notti estive, troppo lunghe da reggere:

le ragazze la sera con i tacchi, truccate non le vedi son belle da paura e tu che cerchi la rivoluzione vuoi ripostare ogni tua delusione fino al mattino, fare casino

Quest’anno più che mai appare significativo che una canzone estiva come InstagramMare, ci ricordi quanto sia necessario uscire e far tardi la sera, smaltire una sbornia, prenotare un biglietto aereo e fantasticare sul non tornare mai più alla nostra gabbia quotidiana:

anneghiamo dentro ad un mojito, siamo sbronzi in un privè la tua bocca rossa, persi nella Rambla tutto da instagrammare

Il brano è tutto da ballare, movimentato da forti influenze dance e funky anni ’80, ’90 mixate ad un pop contemporaneo: credo che rappresenti sul serio la svolta di cui tutti avevamo bisogno. InstagramMare esce per l’etichetta indipendente milanese Matilde Dischi con distribuzione Artist First.

La canzone si presenta simbolicamente come l’inizio di una nuova stagione da vivere in tutta sicurezza senza dimenticarci dello sconforto di una primavera che abbiamo visto sbocciare e appassire da dietro le nostre finestre, dei tramonti infuocarsi sui nostri balconi e degli Spritz caserecci in una mano e dello smartphone nell’altra. “Ci siamo persi troppe lune” direbbero i Coma_Cose, allora è bene ripartire senza più scuse.

Per concludere, super particolare la scelta da parte delle band di voler inserire nel ritornello una citazione della celebre hit di Loredana Bertè In alto mare, letta come un omaggio al pezzo della Bertè che usciva nel 1980, esattamente 40 anni fa. Tuttavia, poiché ‘ in alto mare ’ è un’espressione dall’accezione negativa, volta ad indicare quasi con ironia una situazione non proprio easy, direi che non sembra essere stata usata a caso dai Legno e i rovere. A proposito, in quale fase ci troviamo attualmente 2, 3, 4? Non importa…non dimenticate la mascherina, gel igienizzante, crema solare e musica a palla:

come brucia quest’estate voglio un attimo di te il tuo costume bomba, la tua faccia stronza tutto da instagrammare

Buona e(state) in sicurezza!

 

Articoli Correlati