X Factor, la finale: il trionfo di Sarafine

da | Dic 8, 2023 | News

Ci siamo, è giunto l’atto finale. X Factor finisce qui, stasera, è tutto in mano ai quattro finalisti ed al grande lavoro che hanno fatto con i loro giudici. Ad aprire una serata speciale ci ha pensato un masterpiece della musica italiana come Gianni Morandi. Stupendo il duetto iniziale con la conduttrice Francesca Michielin, degno inizio di una serata che, per qualcuno in particolare, sarà da ricordare.

Il live si divide in tre parti.

La prima riguarda un mix del percorso degli artisti ad X-Factor; la seconda un duetto con un big della musica non solo italiana, ma anche internazionale; la terza invece sarà tutta per gli inediti, rampa di lancio nel mercato musicale italiano per i cantanti in gara.

Il primo ad esibirsi è Il Solito Dandy, della squadra di Dargen. Il suo mix è graffiante ed elegante, la sua dote vocale può tranquillamente rimandare al cantautorato italiano, come si faceva una volta. Eppure il suo stile è senza tempo, si adatta al passare degli anni e allo scorrere della musica senza una grinza. Può non essere il preferito del pubblico, ma la sua crescita ad X-Factor non si può discutere. Non sappiamo quanti si sarebbero giocati una sua partecipazione in finale, ma possiamo dire che si è meritato ogni minuto sul palco.

Di seguito è il turno di Maria Tomba, che abbiamo criticato e anche apprezzato nel corso delle puntate. Con la guida di Fedez è cresciuta, trovando la sua dimensione e il suo modo di fare spettacolo. Nel suo mix riscopriamo non solo il percorso ad X-Factor, ma anche le sfaccettature del suo carattere e dunque del suo modo di fare musica. La vocalità potente e coinvolgente, il palco tenuto a questo punto quasi da professionista, l’emozione: questi sono i pilastri portanti della sua musica. Anche in questo caso, dopo tutto, ci sentiamo di dire che ha meritato la finale appieno.

Entra in gioco l’unica band rimasta in gara, gli Stunt Pilots. Un’altra creatura di Dargen, che ha lavorato profondamente sui suoi artisti ad X-Factor con ottimi risultati. Niente da dire, la loro musica è la definizione stessa di “spettacolare”. Si prendono il palco con le unghie e con i denti, lottano con grinta ed eleganza. La voce, chitarra e basso, batteria, sono un tutt’uno diretto e preciso, inconfondibile. Quella di portare dei pezzi cover come fossero loro è forse la miglior dote, ovvero l’identità che riescono a infondere in ogni nota. Ce li siamo goduti, con gioia e trasporto, sicuramente hanno detto la loro nella competizione.

Chiude Sarafine la prima manche della finale, la cantante-producer di Fedez. Anche in questo caso la scelta ricade su un mix di percorso e personalità, che ha dato una completezza delle doti e del carattere dell’artista sul palco. Indiscutibile è il talento, sia canoro che di produzione, che ha toccato livelli altissimi nel corso della competizione. Sicuramente, che sia come cantante o come produttrice, ha un futuro luminoso al di fuori del palco in cui ha vissuto quest’esperienza.

Arriva come un treno la seconda parte della finale di X Factor: i duetti.

Maria Tomba e Myss Keta sono un verbo, non un duetto. Come detto da Fedez, due sorelle, due queen separate alla nascita, due stili così differenti da risultare identici sulla stessa canzone. Gli Stunt Pilots con Omar Pedrini sono un impattante scontro generazionale, nel segno di quella purezza di cui ha parlato anche Dargen. L’esibizione è vocalmente e musicalmente impeccabile, le voci dei due cantanti seppur differenti come timbro e graffio si sono unite in un unico flusso. Sarafine e gli Offenbach, una scelta azzeccatissima: produzione di livello altissimo, la voce della cantante in gara fa il resto, arte musicale allo stato puro. Chiudono Il Solito Dandy e Francesco Gabbani, con un momento speciale di musica italiana. Due cantautori insieme, nel loro habitat, si è notato come entrambi si sentissero a proprio agio col pezzo e con l’altro artista.

Infine ecco la terza parte: gli inediti di X Factor.

Prima degli inediti dei quattro artisti in gara, ecco il medley del super ospite della finale: Gianni Morandi ha portato un piccolissimo pezzo della sua carriera sul palco di X-Factor, trascinando nel passato pubblico e spettatori da casa. Dopodichè ci siamo, aprono gli Stunt Pilots, che portano la solita grinta e freschezza per la loro ultima esibizione su questo palco. Prosegue Sarafine che si riconferma stellare: la produzione è il centro del suo brano e toglie gli aggettivi a qualsiasi critica. Ed ecco, per l’ultima volta, Il Solito Dandy. Risentiamo il suo brano, orecchiabile e “italiano”, con tutta l’emozione di una fine sofferta. Chiude la Crush di Maria Tomba, energica e puramente, semplicemente pop.

Ci siamo, è tempo dunque di verdetto. Chi è il vincitore di X Factor?

Prima di scoprire chi è il vincitore, ci godiamo anche l’esibizione di Francesca Michielin, che oltre ad essere conduttrice è una delle migliori voci femminili della musica italiana. La frenesia nei volti degli artisti è alle stelle, mentre l’adorata conduttrice tentenna nel dire chi è ad aver vinto, quest’anno. Ed ecco la classifica. Al quarto posto troviamo Maria Tomba, che è la prima a dire addio al sogno. Al terzo posto, apre il podio Il Solito Dandy. Nel gradino di mezzo, ci sono gli Stunt Pilots. Dunque al primo posto, nonchè vincitrice di X-Factor, troviamo Sarafine, della squadra di Fedez, che dunque è il giudice vincitore.

Anche quest’anno abbiamo seguito X-Factor dalle audizioni all’ultimo live, conoscendo la musica e anche le persone che sono salite sul palco. Abbiamo sentito brani ed esibizioni di ottimo livello, scoprendo una diversità di artisti che però hanno sostenuto benissimo il palco e il proprio show. Cromosomi ha provato ad accompagnarvi nel percorso, quindi come dire…ci vediamo l’anno prossimo.

Articoli Correlati