Faccia a faccia con i Santi Francesi, protagonisti di X Factor 2022

da | Nov 24, 2022 | Interviste

Conclusasi la precedente puntata dedicata agli inediti, ci prepariamo alla successiva con tante sorprese inedite come i medley preparati per le esibizioni e la partecipazione di un’orchestra con oltre 30 elementi per la seconda manche. Come ospiti speciali saliranno sul palco Lazza e Rosa Linn, quindi che dire: ne vedremo delle belle!
Ma per prepararci alla diretta abbiamo scambiato due chiacchiere con due dei partecipanti più amati dal pubblico di X Factor 2022, sentite cosa i Santi Francesi hanno raccontato alla redazione Cromosomi e fateci sapere i vostri pronostici sulla puntata

Prima di tutto una domanda a caldo: “Da dove è nato il tutto e l’idea di partecipare ad XFactor?”

Il progetto nasce, in realtà tantissimo tempo fa, nel 2013 da gennaio abbiamo iniziato a suonare insieme. Il progetto “Santi Francesi” nello specifico è più recente perché risale al 2019, dopo “Amici” abbiamo semplicemente lasciato a casa l’altro componente, restando noi due. Mentre per quanto riguarda XFactor è stato tutto abbastanza veloce perché partito questa primavera. C’è stato chiesto dalla produzione se volessimo partecipare; noi avevamo già partecipato ad un programma televisivo “Amici” nel 2018 e infatti ricordiamo è stata una settimana di fuoco perché eravamo molto titubanti all’idea della Tv però poi alla fine abbiamo pensato che dai proviamo a vedere cosa succede.

Avreste mai immaginato di trovarvi a questo punto della trasmissione?

No non avremmo mai immaginato, non per fare i modesti, ma perché in generale non avremmo mai immaginato di tornare in Tv e invece alla fine l’abbiamo fatto.. ed eccoci qua!

Invece per quanto riguarda il legame con il vostro mentore e giudice?

Con Mirko? Si è creato davvero un legame, che in genere in televisione è una cosa abbastanza rara o magari si creano ma sono costruiti il più delle volte. Lui, invece, per noi è un fratellone: una persona vera, molto verace. Una persona che magari sbaglia ma ritorna sui suoi passi, capace anche di chiedere scusa, cambiare idea. Una persona simile a noi in qualche modo, infatti ci stiamo trovando molto molto bene. Adesso ci sta addirittura cercando casa !(😂)

Per i Santi Francesi che prospettive future vedete post XFactor? Avete qualcosa in cantiere?

Si abbiamo tantissime cose in mente e in cantiere però riveliamo il meno possibile per non rovinare la sorpresa ma soprattutto per non portarci sfiga, insomma!
Però guarda nel nostro percorso, in 8 otto anni che suoniamo insieme la fretta non aiuta e non serve a niente se vuoi fare questo lavoro quindi le prospettive, uscendo da qua, sono continuare a fare musica e possibilmente vivendoci. Sicuramente altri lavori, un tour e continuare a pubblicare pezzi nostri, il resto si vedrà.

Invece sull’ultimissima puntata, quella sugli inediti, mi volete raccontare qualcosa sulla canzone o qualche aneddoto?

L’ultima puntata è stata sicuramente per adesso quella più divertente ed interessante perché ha dato modo a tutti i concorrenti di svelare una parte di se o quantomeno a quelli che semplicemente scrivono i testi. Per noi è stata una figata perché quel pezzo ce l’abbiamo da tre anni circa e in realtà prima di XFactor nessuno se lo era cagato di striscio, quindi è stata un po’ anche una rivincita personale per noi. È un pezzo che parla di noi, che ci descrive quindi a maggior ragione siamo stati super onorati di averlo portato ad XFactor.

Vi do un feedback dall’esterno, effettivamente l’impressione è che voi saliate su quel palco come una band di ospiti straordinari della puntata non tanto dei partecipanti: sembrate già pronti!

Ti ringraziamo tantissimo ma soprattutto non sappiamo se ringraziare noi o XFactor per questo. C’è da dire effettivamente che la nostra artisticità e la nostra chiave produttiva non è mai stata tappata: stiamo facendo quello che vogliamo fare, quasi tutto scelto e arrangiato da noi quindi devo dire che ci stanno dando tantissimo spazio e questo è importante.

“Esatto diamo speranza a chi legge e ai giovani emergenti nel campo della musica perché si può comunque mettere in pratica ciò che è nelle proprie corde senza subire troppi condizionamenti”

Si assolutamente anche perché poi ci sali tu quel palco e se hai un’idea ben chiara devi portarla avanti con tutto te stesso.

Articoli Correlati