I Pinguini Tattici Nucleari si nutrono di “Ricordi”

da | Set 23, 2022 | Recensioni singoli

È fuori da stanotte Ricordi, il nuovo brano dei Pinguini Tattici Nucleari: un brano che approfondisce una storia che vi farà piangere fino a finire le lacrime.

Al primo ascolto Ricordi potrebbe sembrarci una delle tipiche canzoni d’amore in pieno stile PTN, una di quelle che cantiamo a squarciagola in macchina con leggerezza. In realtà il pezzo cuce al suo interno una trama ben più travagliata, che non tutti riusciranno a cogliere senza la giusta chiave di lettura.

Riccardo Zanotti, infatti, durante un’intervista ha spiegato:

Nella canzone una coppia si trova a ripercorrere i propri istanti migliori, insieme ai più difficili e ai più divertenti. Versano in una situazione di grande sconforto: a causa di una malattia neuro degenerativa lei sta progressivamente perdendo pezzi di sé

Non per nulla la copertina del singolo rappresenta un uomo in smoking con la testa di un elefante. Esso è infatti un animale con un ippocampo complesso ed in grado di immagazzinare enormi quantità di informazioni. Al suo fianco tiene per mano una sposa-pesce, alludendo proprio alla breve durata della sua memoria.

Il pezzo si pone l’obiettivo di raccogliere degli spaccati di vita quotidiana, così da riuscire a far venire a galla quelle memorie ormai perse o sbiadite.

Fa rabbrividire la forza con la quale i Pinguini Tattici Nucleari riescono a delineare l’uomo in questione. Egli si ritrova a dover mettere da parte tutta la sua sofferenza, per non permettere mai che la fiamma della persona che ama si spenga.

Almeno fino a domattina ti prometto che sarò la faccia di cui hai più bisogno.

L’amico di scuola che ti ruba le biglie,

Un amante impossibile taciuto in un sogno.

Meglio bruciare che spegnersi lentamente,

L’ha detto chi non deve illuminare gli altri...

I PTN sviscerano un amore maturo che si nutre così tanto del passato, che rivive la giovinezza delineando una certa voglia di restarci incastrati, di continuare a chiamarsi Baby per combattere il tempo che scorre aggressivo.

Viviamo insieme agli artisti la tenacia e la purezza di un sentimento che, nonostante l’avanzare dell’età, risulta ancora molto tenero ed innocente.

In alcuni attimi, però, ci viene incontro anche la paura. Il timore di non riuscire più ad essere in grado di far fronte a qualcosa di così grande ed importante, infatti, si fa strada all’interno del pezzo.  

Ma io ho paura sempre di rimanere al buio,

Mentire alla tua mente

Mentre provo a salvarti

Ricordi è un insieme di memorie ed emozioni raggomitolate, e la musica è il miglior mezzo attraverso il quale i Pinguini Tattici Nucleari possano renderle eterne.

Noi, d’altro canto, non possiamo far altro che reggere un pezzetto del filo e provare a srotolarlo con loro.

Articoli Correlati