La “BUBBLE” che scoppia è quella di thasup e Salmo

da | Recensioni singoli

Arriva nell’attesissimo venerdì musicale il nuovo singolo BUBBLE, firmato dall’inossidabile duo di produttori multiplatino, hitmaker per eccellenza Takagi & Ketra.

BUBBLE vede la collaborazione di due protagonisti inusuali per quelle che sono le hit estive degli ultimi anni: Salmo, artista eclettico, con un passato hardcore e pioniere del rap italiano, e thasup, artefice di una delle più grandi rivoluzioni musicali dei nostri tempi nonché fratello di Mara Sattei.

Ed è forse la hit ad avere una svolta come concetto o siamo solo di fronte a una trovata sufficientemente passabile?

Takagi e Ketra son diventati la certezza del popolo italiano, quello che vuole e pretende il tormentone trapanatore di timpani per tutta l’estate e loro due sono ottimi operai di cantiere, in questo sono bravissimi. Insieme non hanno mai smesso di sorprendere, sperimentando fra generi e sonorità, da Oroscopo di Calcutta a Venere e Marte con Frah Quintale e Marco Mengoni, ai più insistenti Amore e Capoeira con Giusy Ferreri e Roma-Bangkok con Baby K.

Ma cos’ha BUBBLE che gli altri non hanno? Tutto e niente.

Forse è l’anti-tormentone estivo, una traccia che rievoca le sonorità techno-rave anni ‘90 quando i rapper si avventuravano su tempi veloci per infuocare i dancefloor di tutto il mondo. O forse, è l’ennesima bolla che scoppia e che porta la magia solo per pochi istanti.

Salmo e thasup, si riconfermano eclettici e inclini alla sperimentazione – ma sicuramente tutto già sentito – e pronti a gareggiare con l’ultimo progetto di Salmo, Blocco 181 (Original Soundtrack) e la nuova hit di sorella Sattei con Fedez e Tananai, La Dolce Vita, ormai in vetta a tutte le classifiche italiane.

Un quartetto decisamente sui generis: l’incontrollabile “We-eh, we-eh, ih-ohh-ohh, ih-ohh-ohh”, e il rappato di thasup, la riconoscibilissima ironia di Salmo, e le note squisitamente pop, rendono BUBBLE un papabile tormentone estivo di unicità e intrattenimento.

A furia di metterci una pietra sopra mi son fatto la villa di lusso, ah, ah, ah
Ancora non dimentico, soffoco l’amore, quando muore lo rivendico
Yeah, sarà che sono perfido, guarda in faccia la realtà, non vedi? Sono identico

Sulla carta un team improbabile, di fatto una bomba.
Squadra che vince non si cambia, ok. Ma cosa resterà di quest’estate 2022?

Articoli Correlati