David chi? di N.A.I.P: Marte non è mai stato così vicino!

da | Recensioni singoli

Dopo X Factor, N.A.I.P. torna con David Chi? il suo nuovo singolo per Epic Records Italy / Sony Music Italy. Il brano prodotto da Stabber è un manifesto d’intenti electro dance.

Al primo ascolto potrebbe sembrare un brano frivolo, leggero. Poi riascolti, ancora una volta: no! David chi? è un brano pregno di valore politico, una foto che imprigiona la fragilità sociale, artistica e umana di questo periodo. Nella nostra immaginazione, quasi sempre, il tentativo di andare oltre la morte e la guerra ha visto come protagonista un altro pianeta, Marte.

N.A.I.P ci accompagna nel suo oltre, lontano da tutto quello che ci attanaglia sulla Terra. Marte non è mai stato così vicino. N.A.I.P è il capitano di questa navicella che prende il nome di David Chi?.

E’ evidente l’omaggio alla poetica di uno dei brani più importanti di un artista che, casualmente, è David Bowie. Alla domanda Life on Mars? il capitano N.A.I.P risponde presente. Pare che Marte sia pronto a ospitarci, un dj set spaziale ci attende.

Andiamoci in fretta
David ci aspetta
David chi? Bowie?
No, David Guetta!

Guetta Guetta
Guetta Guetta
Gue-Gue-Guetta Guetta
Guetta Guetta Guetta

Il Duca Bianco veste i panni del Virgilio dantesco, accompagna N.A.I.P verso altri lidi che assumono sembianze paradisiache.

Atterrati su Marte restiamo fermi, attoniti, iniziamo a ballare tra le frequenze del dj set, e se la musica dovesse fermarsi resterebbero le frequenze dei nostri corpi a generare musica.

Anche senza musica, anche senza suono,
ogni piede ed ogni mano che si muove un tuono,

che non porta tempesta, ma che porta festa,
che non porta tempesta, ma che porta festa.

Siamo sulla pista, si amiamo a vista.
Inizia il decollo proprio mentre ballo.

Andiamo su Marte,
chi è che ci aspetta? David Guetta!

Il capitano N.A.I.P ci ha regalato questo viaggio spaziale, una canzone che parla di liberazione e di come noi umani possiamo riappropriarci di nuovi spazi di umanità.

Spazi dove la musica suona fortissimo, sia quella che vien fuori dalle casse, sia quella che viene prodotta dai nostri musica.

Forme d’arte apparentemente nuove, dove corpi connessi producono piacevoli suoni, nuovi suoni, i nostri suoni.

David chi? è un brano da ascoltare, da ballare, da spremere e da bere sotto l’ombrellone, in macchina, sul lettp, in montagna, sotto le stelle. Ovunque siate, in fondo la voglia di Marte è sempre tanta e questa volta la possibiltà di raggiungerlo è a portata di cuffia.

 

Articoli Correlati