Equatore visto da Rancore e Margherita Vicario

da | Recensioni singoli

Tanta è la voglia di partire che si percepisce nell’aria e nelle note di Equatore il nuovo singolo di Rancore assieme a Margherita Vicario.

Ad un anno dall’inizio di ciò che ci ha portati a segregarci in casa, insicuri del futuro e tenendo sotto controllo colori e chilometri, è uscito Equatore, il nuovo singolo di Rancore feat. Margherita Vicario.

ci siamo chiusi in un cerchio con una linеa
per dopo chiederci con cosa confina

È il connubio perfetto. Un incontro di colori, di suoni, di immagini, posti. Se chiudi gli occhi riesci ad annusare l’umidità della foresta, la salsedine del Pacifico, e sotto i piedi senti il calore scricchiolante della sabbia.

Mi sento come se fossi in un giardino zen, con l’acqua che sgorga dal ruscello a ripensare da dove siamo partiti, fino a dove siamo arrivati. Senza mai incontrarci.

Cercami nelle parole
il vento è una voce che va dove vuole
corre veloce oltre la fine
oltre ogni limite

siamo nati all’opposto
ci vediamo tra poco
ci mescoleremo soltanto a due passi dall’equatore

Con la leggerezza delle sonorità che richiamano la delicatezza delle campane a vento asiatiche, l’artista racconta la tristezza del desiderio di un incontro che non avverrà mai, e delle bellezze che incontra lungo un viaggio che ha come prima tappa proprio l’Equatore.

ero in Zimbabwe, tu in Zambia, a Lusaka
io stavo in Madagascar, tu a Kaapstad
ero una foglia che volava verso Bagda

Nella malinconia di questa ricerca continua, irrompe la voce di Margherita Vicario che, come un raggio di sole tra le nubi, ci dà ancora speranza.

Rancore ci da ancora una volta la dimostrazione delle sue doti artistiche di creare con le parole paesaggi e metafore visive che caratterizzano la sua scrittura.

Ora attendiamo di vedere in quale altro posto ci porterà questo viaggio.

tu sei sull’Oceano Pacifico
io nella foresta dell’Ecuador
insieme a due passi dall’equatore

Articoli Correlati