“Un medico mi ha fatto ammalare”: il viaggio introspettivo di Carlo Corallo con Dutch Nazari

da | Set 13, 2023 | Recensioni singoli

Un medico mi ha fatto ammalare è il nuovo singolo di Carlo Corallo, uscito l’8 settembre dopo più di un anno dal suo ultimo album Quando le canzoni finiscono Ad accompagnarlo in questo brano è Dutch Nazari, la cui alchimia con l’autore produce una vera e propria storia che è possibile sentire e vedere grazie […]

Un medico mi ha fatto ammalare è il nuovo singolo di Carlo Corallo, uscito l’8 settembre dopo più di un anno dal suo ultimo album Quando le canzoni finiscono

Ad accompagnarlo in questo brano è Dutch Nazari, la cui alchimia con l’autore produce una vera e propria storia che è possibile sentire e vedere grazie alle immagini prodotte dal testo, come la reference ai film di Boldi e Neri, il tutto attraverso l’hip hop a tratti indie tipico dei due cantanti.

Per presentare il brano Carlo Corallo scrive:

L’amore è ancora il più grande controsenso della mia vita perché ho imparato a parlarne ma non l’ho mai saputo gestire, come un prete che conosce ogni passo della Bibbia ma non ha nessuna certezza circa l’esistenza di Dio. Il brano parla di relazioni, di professioni e ha più gradi di interpretazione tra cui uno rivolto solo a chi mi conosce personalmente. Perché questo brano, come mai primo d’ora, parla di me.

Ed è proprio di questo che il brano parla, la descrizione di un amore concluso a causa dell’abitudine e di modi di vivere e professioni che non si intrecciano tra loro, ma creano soltanto dissapore.

La fine di un amore sofferto in cui anche il parlarne è sia cura che veleno.

Scrivere di te fa male, ma mi scioglie

Stanotte estrarre le parole

È come estrarre le pallottole

Nello storytelling di Un medico mi ha fatto ammalare l’artista si interroga sui motivi che hanno portato alla fine dell’amore, i gesti che hanno portato la coppia ad allontanarsi definitivamente, la consapevolezza che non ci sarebbe stato un risvolto positivo all’ennesima discussione.

Ah, tu non ti vedi

Se cerco di frenare ne ho i coglioni pieni che mi sfondi i freni

Poi mischi ricordi falsi e ricordi veri

E finisco ogni giorno a lamentarmi come Paul di ieri

E quanto sia difficile trovare un compromesso arrivati ad un certo punto in cui

Chiedi scusa ma a volte non basta

Se l’umore resta carta straccia e

Non c’è un farmaco per chi ama

Solamente sé

Carlo Corallo, attraverso il brano e la partecipazione di Dutch Nazari, cerca il modo di esorcizzare i suoi pensieri e scrive:

Ho impresso tutte le emozioni vissute nell’ultimo periodo in ogni singolo verso, così le parole hanno avuto bisogno di un ampio sottotesto e forse di andare perfino oltre. Il miglior modo per rispondere a chi ci calpesta il cuore è ancora l’arte.

Questo singolo dalla melodia dolce e malinconica, che più di un semplice brano è un viaggio introspettivo nella mente dell’autore, è perfettamente in linea con l’autunno che sta arrivando e che sarà “movimentato” come ci promette Carlo stesso.

La Playlist di Cromosomi