Marco Mengoni ci racconta in anteprima Materia (Prisma), il suo nuovo album

da | Mag 24, 2023 | #Cromosomiintour

Dopo i precedenti capitoli Materia (Terra) e Materia (Pelle), Marco Mengoni è pronto a tornare il 26 maggio con Materia (Prisma), il capitolo conclusivo di questa intensa trilogia. Siamo stati invitati alla presentazione dell’album, dove Mengoni ci ha raccontato i retroscena di questo progetto. Nel nuovo album sarà presente l’attesissimo singolo con Elodie, Pazza Musica, […]

Dopo i precedenti capitoli Materia (Terra) e Materia (Pelle), Marco Mengoni è pronto a tornare il 26 maggio con Materia (Prisma), il capitolo conclusivo di questa intensa trilogia. Siamo stati invitati alla presentazione dell’album, dove Mengoni ci ha raccontato i retroscena di questo progetto.

Nel nuovo album sarà presente l’attesissimo singolo con Elodie, Pazza Musica, hit estiva controcorrente che Mengoni ha commentato così:

Questo brano è un augurio per noi stessi: scivolare sopra le paure e l’ansia, sicuramente è una cosa che abbiamo in comune io ed Elodie. Questo lavoro delle volte ti porta ad avere paura; quindi, speriamo che la musica, questa pazza cosa che è stata inventata dall’uomo, ci faccia uscire fuori dalla paura.

Presente in Materia (Prisma) è anche il feat con Ernia, Fiori di Orgoglio, già presentato in anteprima sui palchi dei concerti europei:

Ernia è un amico e uno degli artisti che secondo me ha scritto uno degli album più belli degli ultimi dieci anni. Questo pezzo è nato come totalmente mio, che avrei cantato io, è un pezzo di natura melodica, non rap, melodicamente serrato, molto veloce e con tantissime parole. Per la produzione di questo pezzo abbiamo preso molta ispirazione da Kendrick Lamar

In questo album, ha affermato Mengoni, si è fatto particolarmente attenzione a tutto ciò che riguarda il ritmo e il mondo percussivo, ma non solo: proprio come sotto il filtro di un prisma, si è cercato di dare colori diversi alla voce, saggiando prospettive mai sperimentate prima.

Sperimentale è stato anche l’approfondimento del genere tribale, che ritroviamo nel brano The Damned of the Heart, ispirato al saggio di antropologia psichiatrica I dannati della terra di Franz Fanon:

Si tratta di un pezzo che contiene tantissimi messaggi e tantissime riflessioni sulla società in cui viviamo e sulla storia che abbiamo vissuto e studiato. Il problema (o la bellezza) di questo pezzo è che ci sono tanti spunti, come i diritti e la libertà, ci sono molti riferimenti storici, è un pezzo molto complesso che parla di tantissimi temi, delle paure del passato che si riflettono sul presente. 

Questo si collega al gesto molto significativo di portare sul palco dell’Eurovision la bandiera arcobaleno durante la flag parade:

Non è solo la bandiera arcobaleno: è la bandiera dell’inclusività, include tantissimi colori al suo interno, tutte quelle minoranze che compongono la nostra società. Il messaggio era che l’Italia non deve fare passi indietro, dobbiamo essere tutti allineati, bisognava urlarlo e avevo la possibilità di farlo davanti a tantissime persone. Volevo anche ricordare all’Europa che tanti la pensano come me, e quindi era come mandare il messaggio “Ci siamo, siamo tutti insieme, siamo tutti uniti per la musica e per la libertà dell’uomo”.

Con Materia, Marco Mengoni ha compiuto un incredibile viaggio in cui ha cercato di vivere il più possibile in mezzo agli altri esseri umani e alle loro esigenze. Un viaggio fatto di diverse dimensioni, dalla terra, alla pelle, al prisma, in cui abbiamo conosciuto non Marco Mengoni, ma Marco, con le sue infinite sfaccettature e sfumature.

La Playlist di Cromosomi