Il “Doppio Nodo” di Federica Abbate con Fred De Palma ed Emis Killa è un legame indissolubile

da | Ott 31, 2022 | Recensioni singoli

Ci ha stregato fin dal primo momento in cui abbiamo capito che anche da solista, mettendoci la faccia, avrebbe fatto una figura pazzesca. Federica Abbate è finalmente tornata con Doppio Nodo, un singolo che vanta la presenza di due voci (e amici) d’eccezione: Fred De Palma ed Emis Killa. A proposito della collaborazione, Federica ha dichiarato:

[Fred e Emis] Sono due artisti che stimo moltissimo ma soprattutto due amici sinceri con i quali collaboro da anni e condivido un grandissimo affiatamento e una comune visione sulla scrittura. In particolare su Doppio Nodo li ho sentiti estremamente affini al sapore romantico e scuro del pezzo e ho pensato fosse il brano perfetto per unire le nostre storie e le nostre voci”.

Il pezzo, scritto dalla stessa Abbate, è stato prodotto da Francesco “Katoo” Catitti. Una certezza nella scena musicale pop degli ultimi anni.

Ribattezzata da tutti come la “penna di platino della musica italiana“, dotata persino di “orecchio assoluto”, Federica segue la traiettoria che ha contraddistinto tanti altri artisti internazionali: uscire dal guscio e lanciarsi in un’avventura che l’ha portata alla firma con Carosello Records e all’uscita dell’EP di debutto In foto vengo male.

Correva l’anno 2017 e Fiori sui balconi, il primo singolo estratto dal progetto, veniva rilasciato suscitando grande interesse tra gli addetti ai lavori.

All’epoca Federica si chiudeva in studio per scrivere e confrontarsi con la maggior parte degli artisti rap, urban e pop del momento. Impossibile contare tutti i suoi contributi ad alcune delle hit inizia poco più che ventenne a scrivere per la maggior parte degli artisti pop, rap e urban del nostro Paese, diventando in pochi anni l’autrice più di successo della musica italiana contemporanea.

Da Marracash – con cui scrive In Radio e Niente Canzoni d’Amore – all’inaspettato duetto tra Baby K e Giusy Ferreri (Roma-Bangkok); da Fedez (L’amore eternit) a Francesca Michielin, senza dimenticare Alessandra Amoroso (Karakoke), Marco Mengoni (Ma Stasera), Michele Bravi (Inverno dei fiori) e Rocco Hunt (Caramello).

In Doppio Nodo, Federica Abbate torna a raccontarsi come non faceva da tempo, spiegando all’ascoltatore la difficoltà di sciogliere un legame e di trovare sé stessi in quanto individui singoli e indipendenti, al di là dei propri ricordi e del loro ruolo di arma a doppio taglio.

Tra la sua voce e quella degli ospiti della traccia, si creano scintille e si mettono inevitabilmente le basi per quella che potrebbe essere la futura direzione del nuovo disco della paroliera milanese: le possibilità sono infinite.

Sicuramente Federica è finalmente sbocciata: è più libera, più padrona della sua vita e delle sue emozioni. Il suo fiore più prezioso diventa un regalo all’insegna della riflessione, del perdono verso l’altro e dell’accettazione di sé stessi. Un esercizio di amore e cura verso di sé.

Articoli Correlati