AJR: da New York City al tour mondiale

da | Ott 19, 2022 | Interviste

Gli AJR è il gruppo composto dai tre fratelli Met: Adam, Jack e Ryan che nel corso degli anni ha raggiunto un successo tale da vendere più di tre milioni di album ed essere premiato con diversi dischi di platino.

Il successo li ha portati a suonare per il mondo per trasmettere la loro inesauribile energia. Noi di Cromosomi abbiamo avuto l’occasione di intervistarli presso L’Alcatraz di Milano per parlare del loro grande salto, dalle strade di New York City al tour mondiale.

Ciao AJR, è stata un’incredibile carriera da quando avete iniziato a produrre musica nel lontano 2005, ed ora questo tour mondiale! Come vi sentite, pensate mai a ciò che siete riusciti a fare?

Stiamo bene grazie. Possiamo dire di aver fatto quello che volevamo fare. Siamo partiti suonando dalla strada e sognavamo di diventare grandi. Era un sogno e, fortunatamente, siamo riusciti a realizzarlo. Ora siamo concentrati sul tour, ne siamo davvero entusiasti ma soprattutto siamo contenti di poter suonare dal vivo davanti ai nostri fan

La vostra ultima canzone I Won’t, pubblicata questa estate, è stata vista come un modo per scappare dalla realtà opprimente della società. E’ così? Cosa si cela dietro questo brano?

Diciamo che ci sentivamo un pò oppressi in quel periodo. Avevamo la sensazione che le autorità fossero troppo limitanti per le persone. Soffrivamo questo periodo come molti altri e volevamo offrire alle persone una via d’uscita, una forma di ribellione. Il brano mira proprio a questo: fai tutto ciò che dici che va fatto, io non lo farò

Ora siete qui in Italia, a Milano, è la prima volta che venite in Italia? Cosa vi aspettate da questa serata?

Si, è la prima volta in assoluto e le sensazioni sono belle. Purtroppo non abbiamo neanche avuto il tempo di camminare per la città, di apprezzare Milano e l’Italia perchè i tempi del tour sono strettissimi ma vogliamo che stasera sia una serata fantastica per tutti. Noi sul palco ci divertiamo e speriamo di far divertire anche il nostro pubblico che ci attende”

Dobbiamo considerarlo come l’ultimo concerto in Italia o possiamo sperare in un ritorno il più presto possibile?

Assolutamente, noi vogliamo ritornare in Italia. Non sappiamo ancora quando ma ritorneremo per cantare, ancora una volta, insieme

Grazie mille AJR per aver accettato quest’intervista e in bocca a lupo!

Grazie a voi, è stato un piacere!

Articoli Correlati