“Multisala” dal vivo, un film di Franco126

da | Set 24, 2022 | #Cromosomiintour

Giovedì 22 settembre Cromosomi Media è testimone di un’esperienza unica in occasione di una delle due attesissime date di Milano e Roma (quest’ultima sold out), rimandate ben due volte a causa delle norme vigenti, al tempo, legate alla capienza nei palazzetti. 

Ma non tutto il male viene per nuocere perché il 22 e il 24 settembre segnano simbolicamente il gran finale di Multisala.

Vi restituiamo il racconto della data milanese di giovedì 22 settembre quando, in una serata di inizio autunno, Franco126 inaugura la stagione del pleid e di Netflix regalandoci qualcosa che, più di un concerto è una completa esperienza cinematografica, grazie anche al team di Vivo Concerti che produce e distribuisce le due date nei palazzetti e di tutti gli addetti ai lavori che riescono a rendere queste occasioni degli spettacoli unici.

Multisala live non è solo un album dal vivo, ma una sequenza cinematografica di immagini in musica che ripercorre la carriera e i grandi successi dell’artista. 

E se nel parterre la situazione rimane di consueto elettrica e agitata, l’atmosfera generale che si respira nel palazzetto milanese è sobria e attenta,  come quella di chi guarda un film in ogni multisala: tre grandi schermi alle spalle del cantautore dal baffo più famoso d’Italia che proiettano una serie di racconti fatti di giochi grafici, sequenze tratte da film, ricordi personali dell’artista, ecc…

Un vero e proprio film con tanto di titoli di testa e di coda, diviso in due atti.

Caloroso e coinvolgente, Federico cerca il contatto con il pubblico che, improvvisamente, diventa protagonista con immagini live sugli schermi sulle note del medley di Polaroid, album in collaborazione con Carl Brave.  Il coinvolgimento del pubblico continua con intermezzi cantati a squarciagola sulle note di Notte prima degli esami di Venditti e Wonderwall degli Oasis, cosi’ a caso. 

Sul palco insieme a lui c’è la band al completo: Pietro Di Dionisio alle chitarre acustiche, Frankie Bellani alla tastiere, Gabriele Terlizzi alle chitarre elettriche, Danilo De Candia al basso e Davide Pasculli alla batteria.

Una scaletta ricca, ricchissima di grandi successi: oltre al brano Fuoriprogramma, uscito lo scorso dicembre, anche l’EP Uscire di Scena e  l’immancabile Mare e Malinconia feat.estivo con la Bertè, non presente fisicamente, ma protagonista delle immagine del video proiettate alle spalle dell’artista.

Anche Tommaso Paradiso, purtroppo, viene riprodotto sugli schermi in un momento davvero speciale, posto quasi a fine concerto: le torce degli smartphone, sostituendo i vecchi accendini, illuminano il palazzetto sulle note di Stanza Singola.

Sono due, invece, gli artisti ospiti che calcano il palco del Mediolanum Forum: Gianni Bismark con Università e Ariete che accompagna Franco sulle note di Mezzanotte in punto e Parole crociate, quest’ultima chitarra e voce “come piace a noi”, aggiunge Franchino. Nella data romana di sabato, non mancheranno di sicuro altri ospiti a sorpresa!

Primo brano in scaletta, dopo i titoli di testa è Nessun perché con una carrellata di immagini tratte da diversi film d’autore anni ’70 che scorrono a tempo sul brano. A seguire Fa lo stesso per poi spostarci, attraverso le proiezioni, nell’iconico immaginario milanese anni ’80 che fa da sfondo al brano San Siro.

Siamo ancora a metà del primo atto di questo coinvolgente film dal vivo nel corso del quale, di certo, non può mancare il momento nostalgia: sulle note di  Maledetto tempo scorre una raccolta di fotoricordi che ritraggono un Franchino bambino, poi adolescente, fino ad arrivare ad oggi.

Frigobar , infine, è il classicone che anticipa la scritta super figa: “Fine primo tempo”.

Il secondo atto è segnato da momenti ancora più intimi, in particolare, sui brani Ieri l’altro e Blue jeans. Brioschi e Vabbè chiudono, invece, con vivace allegria il live.

I titoli di coda cominciano a scorrere sugli schermi e Franco126 lascia il palco: il film è finito.

That’s all Folks! 

Articoli Correlati