Notte di San Lorenzo: cosa ascolti mentre cerchi di vedere le stelle cadenti?

da | Ago 10, 2022 | News

La notte di San Lorenzo, la notte delle stelle cadenti, quel dieci agosto che torna ogni anno con desideri differenti, ma quanti di questi si avverano?

La corsa alla ricerca di qualcun* che ci accompagni tra le tenebre, un telo, il cofano dell’utilitaria, cuffie e speranza di un cielo terso. Il calore del corpo accanto, la testa in alto, un falò e la brezza marina ricca di salsedine o l’aria di montagna che ci avvolge con l’odore dei pini selvatici, o più semplicemente il rumore delle auto che scorrono veloci sull’autostrada, mentre noi siamo fermi in un parcheggio.

Cerchiamo la pace, il silenzio, quella zona di comfort per immergerci in un bagno di stelle cadenti, di quelle che lasciano la scia, di quelle che bruciano tantissimo nel breve, prima di diventare nulla.

Forse è per questo che ricerchiamo similitudini tra ciò che ci accade giornalmente e gli eventi naturali, per dare una versione più romantica al dolore o al piacere.

Le stelle cadenti, ad esempio, sanciscono qualcosa di bello come una stella, che muore lasciando la scia. Devo farvi un esempio? No, non è necessario, tutti abbiamo vissuto finali del genere: inizi bellissimi che si disperdono nel nulla cosmico.

La musica e le stelle, quante dediche abbiamo fatto sotto al cielo?

Quali canzoni ci siamo dedicati o abbiamo dedicato la notte di San Lorenzo?

Non immagino una playlist toda joia toda beleza, sarò sincero. Immagino una playlist calda, malinconica, riflessiva, di quelle lacrimogene, specie se a cercare le stelle si è da soli. Immagino una playlist del genere:

@egobarba per @cromosomimedia

Perche questi brani? Ognuno di essi ha al suo interno dei corpi celesti, polvere di stelle o stelle ben salde, dei ricordi fissati in alto tra i nostri feed mnemonici.

  1. La notte di San Lorenzo di Luché ci racconta della necessità di abbracciare l’altro sotto quel cielo e di stargli vicino. Se a cantarlo poi è Pino Daniele capite bene che…
  2. San Lorenzo de I Cani ci spiega con il sarcasmo che li ha contraddisti quanto sia arrogante chiedere favori a dei corpi celesti in fin di vita
  3. Stelle di Fabri Fibra e Maurizio Carucci è il primo tocco di questa playlist che potrebbe sembrare danzereccio, poi ascolti bene le parole del testo e…
  4. SaN LoREnZo di Alfa feat. Annalisa è la ricerca spasmodica dell’altro, una preghiera, un attestato d’amore che resta appesa al muro, le stagioni sono apparenti, fuori è estate, dentro è inverno inoltrato, nonostante il cielo terso…
  5. Non ci sei più di Mecna è la necessità di avere un posto dove l’altro non sia presente, luoghi incontaminati dove ammirare le stelle e non lasciarsele cadere in testa come quando si litigava
  6. Stelle filanti di Gazzelle è l’anello di congiunzione tra la festa delle maschere, Carnevale, e la notte di San Lorenzo. Il ciclo di vita delle due tipologie di stelle è uguale: un momento di gloria prima della fine, lasciando una scia
  7. Buona Stella di Ghemon è l’auspicio di trovare qualcun* con il quale alzare la testa al cielo e contemplarlo, un complice di vita. Non manca una buona dose di autocritica nel testo…
  8. Stella di mare di Lucio Dalla sarà quel momento della playlist dove abbracciare forte l’altro, fino a soffocarlo. Non mollate la presa, toccatelo, respirate forte e ascoltate i battiti del cuore dell’altro che sono lì a scandire il vostro tempo insieme. Godetevi il momento…
  9. Scelgo le stelle di Achille Lauro e Coez ci pone un quesito importante, ossia se scegliere una stella o scegliere l’altro. Forse è il caso di rinsavire dopo un po’, scegliere noi e salvarci, non implodere…
  10. Cara catastrofe de Le luci della centrale elettrica è quel momento dove forse vorremmo riportarle in cielo quelle cadenti. La paura di perdere quelle comete e quelle stelle che terminano la loro vita ci porta a volerle inchiodare sul soffitto di camera, tra le lettere d’amore scritte al computer…
  11. Phantastica dei Verdena ci racconta di quel preciso momento in cui decidiamo di accendere le stelle e quello che ci si pone dinanzi è un Cristo che sanguina. “Se tutto questo è debole, quello che fai non crea più attenzione“, did you understand?
  12. Arriva lo ye-ye dei Baustelle è l’invito di recarci tutti su quella discoteca sulle stelle, anche se pensandoci bene sarei capace di andar via dopo un’ora da una discoteca galattica dopo aver guardato le stories di qualcun*…
  13. Non molto lontano degli Ex-Otago è la voglia di cercare qualcosa di incontaminato, qualcosa che non ci deluda, perché quando guardiamo il cielo vediamo solo delusioni…
  14. Jet di Coez è un inno alla bellezza dell’altro, alla sua capacità di essere più bell* di una stella cadente, ma non è solo questo. La palese inversione di tendenza, il compromesso richiesto in una relazione, la voglia di andare incontro all’altro, che poi, diciamocelo, a volte non serve neanche quello…
  15. BRAVI A CADERE – I polmoni di Marracash è la corsa sotto i cieli scuri e stelle indifferenti che facciamo quando i nostri sentimenti sono in disordine, ma ormai siamo esperti in cadute, sappiamo cadere, e stiamo migliorando nel rialzarci…
  16. DAL TRAMONTO ALL’ALBA di Mace con Venerus e Gemitaiz è la narrazione di tutto ciò che intercorre dalla fine all’inizio della giornata, dal passaggio dalla penombra all’ombra totale, e poi di nuovo la luce…
  17. Buonanotte di Gemitaiz può essere racchiusa in questi versi per giustificare la sua presenza in questa playlist:

L’inchiostro e le penne fra i denti
Fanno brillare le stelle cadenti
Hanno qualcosa di bello le persone sole
È un po’ come quando piove col sole

Ormai è passata un’ora di musica, l’auspicio è che abbiate espresso i vostri desideri, ma tutti, nessuno escluso. E poi, perché credo che il desiderio più richiesto sia questo?

Articoli Correlati