Occhio a “Le Previsioni del tempo”, il nuovo album dei Fanoya

da | TIPO

Tempi incerti quelli attuali, quelli di un novembre dalle temperature oltre la media, capace allo stesso tempo di sprigionare precipitazioni dannose. I Fanoya forse lo avevano previsto, ecco spiegata l’uscita del loro nuovo album, Le previsioni del tempo, il 12 novembre, prodotto con il contributo di Puglia sound records, distribuito da Artist First e pubblicato da 900B

Le previsioni del tempo porta con sé quella malinconia a cui i Fanoya non hanno mai rinunciato, facendoci immergere in lunghi ascolti e sedute di autopsicoterapia, come se questo stato d’animo fosse quel fil rouge che collega Generazione Sushi e il nuovo album.

Si avverte una maturità diversa tra i due lavori, una consapevolezza differente, ritmi di vita che inevitabilmente cambiano con gli anni, il tutto condito da quel concetto di amore capace di essere percepito come appiglio per non naufragare.

Istruzioni è un pezzo dalle atmosfere intimiste e malinconiche, un piccolo manifesto confessionale in cui i Fanoya si cimentano con un racconto in cui le ombre, le difficoltà di ogni giorno, vengono squarciate sempre dai lampi di luce che porta l’idea di coltivare la bellezza e la creatività nelle piccole cose, un nuovo umanesimo relazionale.

In Fette Biscottate i Fanoya ci raccontano di Anna, che vive sullo sfondo di una Milano fatta di lavoro e centri commerciali, dove non esiste fuga dalla prigione che lei stessa si è creata. Nonostante la dolcezza musicale del ritornello, il testo esprime in tutta la sua severità quelle che sono le conseguenze di una scelta di vita che logora corpo e anima. Accostamento di sapori dolci (fette biscottate) con sapori “amari”( come il palato bruciato), di giorni grigi e piovosi, di rassegnazione e traguardi irraggiungibili. 

In Aloe vera, la lunga coda di sax che barrisce chiude il brano, struggente, introspettivo e che ci ricorda il caos, dentro e fuori, di una generazione che arriva alla sera piena di incertezze e ansie.

Felici domani è quel singolo da usare come mantra, quel messaggio da leggere ogni mattina davanti allo specchio e ripetere almeno cinque volte. Una Milano che non garantisce parcheggi ai nostri veicoli e, forse, neanche ai nostri cuori, che regala sigarette, dolore reciproco e promesse fatte e poi disfatte.

Manca ancora qualche traccia, ma noi di Cromosomi non potevamo spoilerarvi tutto. Ci sono i giusti elementi per farvi capire che l’ascolto è ultra consigliato. Prima di iniziare la nuova settimana prendetevi del tempo, datevi tempo, ascoltate Le previsioni del tempo dei Fanoya.

Articoli Correlati