There’s nothing of you anymore è l’urlo di Splendore

da | Recensioni singoli

Dalla mia finestra vedo tetti rossi, quel balcone spazioso che vorrei anch’io, il cielo che finalmente è blu. Non so se vedo ciò che vede SPLENDORE, ma so che guardando fuori anche io ho pensato: There’s nothing of you anymore.

Questo è il titolo del nuovo singolo dell’artista, dj e producer Mattia Barro – in arte SPLENDORE: suoni camaleontici che finalmente spazzano via la canonicità in There’s nothing of you anymore, un singolo che arriva alla fine di un mese sospeso, nebbioso e incerto. Un singolo che non si spiega a parole, ma ha bisogno di essere ascoltato a fondo.

Sembrerò un po’ retorica, allora ricomincio: There’s nothing of you anymore è un singolo per cui non riesco a trovare le parole giuste, perché a volte le parole si trasformano quasi in uno strumento superficiale se non sono accompagnate da qualcosa in più. Proviamo ad andare per immagini, allora.

Il nuovo singolo di SPLENDORE sembra esattamente una stazione, in cui l’unica persona ferma sei tu, mentre tutti attorno a te corrono, camminano, si affannano. Ma è anche una camera in cui alzi il volume e balli ad occhi chusi, mentre i suoni ti disturbano a tratti e a tratti ti avvolgono.

Non c’è un modo univoco di raccontare questa canzone, perché è una canzone di sottrazione: non sottrae a chi ascolta, ma parla di una sottrazione che arriva dal di fuori, da un esterno, una sottrazione che diventa eterea sparizione, Qualcosa di meno, che pian piano

I almost felt myself disappear
It started to feel like
My whole life had been a dream

Il genio straripa tra sonorità diverse e distorte, coraggiose, la più bella delle manifestazioni dell’elettronica. SPLENDORE, che fa parte del collettivo Ivreatronic, con questo singolo dimostra che l’elettronica può essere disordine strutturato, perché è dal disordine che nasce tutto, il disordine porta alla creatività. Questo singolo ti fa ballare liberamente, è capace di mettere nero su bianco le sensazioni che tutti proviamo in questo tempo sospeso ma allo stesso tempo crea una bolla protetta entro cui poter essere sé stessi: quale modo migliore di farlo se non liberando il proprio corpo con la musica?

There’s nothing of you anymore è tutto quello di cui avevamo bisogno, anche se non lo sapevamo. Queer, differente, coraggioso: la risposta più vera all’incertezza più umana.

Articoli Correlati