“Luna Araba” di Colapesce e Dimartino ft. Carmen Consoli

da | Recensioni singoli

Esce oggi, venerdì 8 maggio, il nuovo singolo di Colapesce e Dimartino, Luna araba, che vede anche la partecipazione di Carmen Consoli.

Luna araba è il quarto brano di questo sodalizio , che anticipa quello che sarà l’album I Mortali, in uscita per 42Records/Sony Music, scritto interamente a quattro mani.

Dopo un tema iniziale che richiama chiaramente le chitarre dei Tame Impala, i due cantautori siciliani ci portano tra le atmosfere e i suoni della loro terra nativa, in un susseguirsi di immagini dipinte a colori saturi, immagini talmente vivide da darci l’illusione di essere anche noi in riva al mare, se chiudiamo gli occhi:

Dei bambini annoiati sulla scala dei turchi si abbandonano sereni a una gara di rutti,

sono molto felici quindi, hanno tempo per farsi male…

Un brano che ci fa respirare l’estate che arriva puntuale, nonostante i mesi di clausura che hanno anticipato l’uscita di questo pezzo, uscita che sicuramente era stata pensata in maniera ben diversa, come scrivono gli artisti stessi sui social.

“Abbiamo pensato che far viaggiare la musica in un momento in cui siamo tutti fermi avrebbe avuto un valore simbolico”, così scrive Colapesce sul suo account Instagram.

Effettivamente, ascoltando questa canzone, che ha tutte le carte in regola per diventare uno dei tormentoni estivi dei prossimi mesi, si hanno sensazioni contrastanti: da un lato la nostalgia, la frustrazione per l’impossibilità di sentire il sale sulla pelle e i piedi tagliati dagli scogli, ma anche il ricordo dolce di profumi e sapori che tornano prepotenti alla memoria.

Potremmo quindi dire che sì, questa sorta di viaggio musicale che ci propongono i due artisti ha un valore simbolico ben preciso, che si riflette anche nella scelta coraggiosa di pubblicare un pezzo estremamente catchy e radiofonico in un periodo storico in cui la musica sta vivendo un momento difficile, dal punto di vista commerciale.

È un istinto primordiale

cercare di stare bene

una luna araba ci prende

Sono questi i versi finali della canzone, una verità semplice ma autentica, e noi scegliamo nonostante tutto di stare bene, di lasciarci prendere da questa luna araba senza opporre resistenza.

Non potremo uscire di casa, ma abbiamo ancora l’immensa fortuna di avere l’arte e la musica, che ci regaleranno sempre la possibilità di vedere oltre, di viaggiare lontano.

Articoli Correlati