“Guerre Fredde & Rabbia” de Coma Cose

da | Recensioni singoli

Guerre Fredde & Rabbia sono i due nuovi singoli dei Coma Cose. Impaziente, immerso nella noia, armato di cuffie, mi appresto ad ascoltare.

Guerre Fredde & Rabbia sono due brani che squarciano la monotonia della nostra quarantena forzata. Un antidoto nascosto che il laboratorio milanese di Fausto Lama e California, in collaborazione con Stabber, ha trovato in un momento nero, uno di quei momenti dove la malinconia potrebbe avere il sopravvento. Mettiamo le cuffie, ancora una volta: il viaggio inizia.

Guerre Fredde è un brano intimo, una sorta di coperta che ci avvolge quando arrivi al culmine.

Lacrime potenti e colonizzatrici, più efficaci dei potenti del mondo che hanno giocato e giocano a farsi la guerra, un forno a microonde che gira come se fosse un vinile e noi lì, a danzare sul balcone di casa, passata la mezzanotte, con quelle benedette cuffie che da accessorio quali erano ora fanno parte integrante dell’outfit giornaliero.

Restare dentro casa, soli, e magari anche nudi, insieme ad una canzone. Fateci caso alla solitudine…

La tua solitudine sai… è perfetta così
e… lo capirai
(ehi) malgrado l’inquietudine delle tue guerre stupide (eh)
e anche se arrivi al culmine, la vita dura un fulmine.
Avrei voluto solamente (ah) che mi dicessero “fa niente” (eh),
magari un matto alla stazione oppure con una canzone.
la tua solitudine è perfetta, ah-ah, la tua solitudine è perfetta

Rabbia è un brano che porta nel titolo un inganno.

Non sprizzare rabbia da tutti i pori, ma tenerla dentro, non sprecarla. Un consiglio in un momento storico in cui, la rabbia, potrebbe venir fuori. Teniamoli lì, cercando evasioni, aspettando maggio per dare inizio alla nostra primavera, e non badare ai commenti della gente che commenta cose che fanno la gente.

Non sprechiamola la rabbia, teniamola in serbatoio per momenti migliori.

Nooo, non sprecare la rabbia…
Nooo, non sprecare la rabbia…
Nooo, è l’unico consiglio sensato che abbia…
Nooo, non sprecare la rabbia, non sprecarla…

Oggi al posto del frullato classico, quello che prendi il pomeriggio nel bicchierone che ti prepara la mamma, cuffia in testa, metti Rabbia.

Apri le orecchie, un centrifugato di droga e dipendenza, cocaina e crack, domiciliari, Mediterraneo assassino, i sogni distrutti. Un po’ più amaro del solito, ma forse più vero.

Questa giustissima quarantena potrebbe aiutare a gurdarci dentro, pensateci.

Guerre Fredde & Rabbia sono due brani coraggiosi, ci spingono a riflettere su determinati punti che spesso non vediamo, come se guardandoci allo specchio vedessimo delle zone d’ombra di noi stessi.

Un esercizio da abbinare ai workout che pubblicate sui vostri social, magari stavolta, senza regalarlo ai follower…

 

Articoli Correlati