Willie Peyote ritorna nei club (spaccando tutto)

da | Ott 31, 2023 | #Cromosomiintour

Sono passati quasi quattro anni dagli ultimi concerti nei club. Il Covid-19 ci ha portato via tanto, anche la musica dal vivo. Come scordarsi quei mesi senza un live, senza nemmeno una forma di socialità collegata alla musica, che da sempre è intrinsecamente condivisa. I locali al chiuso avevano una voglia assurda di ospitare nuovamente degli artisti e di far ballare le persone. Possiamo dire la stessa cosa dei performer, privati per troppo tempo dalla loro dimensione naturale, quella dei concerti. E’ Willie Peyote, alias Guglielmo Bruno, stesso a confermarlo in un’intervista a Cromosomi giusto la scorsa settimana. Non contenti, siamo andati a vederlo nella data zero del suo nuovo tour.

Non è (ancora) il mio genere parte a bomba: la prima tappa è al Vox di Nontantola, in provincia di Modena.

Venerdì 27 ottobre è il giorno che definisce la ripartenza del Peyote nei club. Commento a caldo? E’ stato un esordio coi fiocchi. Willie sale sul palco alle 21.50 spaccate, per rimanerci fino alle 11.30. Un’ora e quaranta di musica vera, di emozioni forti, di coinvolgimento, con un regista d’eccezione al microfono.

Ad accompagnare Willie Peyote, ancora una volta, la Sabauda Orchestra Precaria: basso, batteria, chitarra, tastiera e tromba.

Un po’ rapper, un po’ cantautore, con la musica suonata di sottofondo. Un live pieno di sorprese, di easter eggs interni alle canzoni dello stesso Willie. Riferimenti continui ad altri artisti, ad altre melodie, ad altre canzoni. Ma il pezzo forte rimane la musica di Guglielmo.

Non è (ancora) il mio genere ripercorre tutta la carriera di Willie, da Non è il mio genere, il genere umano, fino a Pornostalgia.

Tanti pezzi vecchi, che i fan della prima ora hanno apprezzato all’inverosimile, ma anche i nuovi successi, come Trenitalia, si sono avvicendati nella data zero. Un Willie che non ha paura niente, che è felice come non mai di essere di nuovo su un palco di club. Salta, si sposta sul palco, fa continui riferimenti all’attualità nei suoi discorsi fra un pezzo e l’altro. Il prodotto finale è un concerto a cinque stelle, di cui sicuramente ci ricorderemo.

Se questo è solo il riscaldamento, noi siamo sbalorditi: Willie Peyote è tornato per restare.

Articoli Correlati