“Fino al giorno nuovo”: i Negramaro scelgono Fabri Fibra per aprire le porte al futuro

da | Set 16, 2023 | Recensioni singoli

Fino al giorno nuovo è il risultato di 10 anni di attesa per vedere finalmente la collaborazione tra i Negramaro e Fabri Fibra. Già, perché è dal lontano 2013 che si parla di una collaborazione tra questi due pezzi grossi della musica italiana. Tutto nasce in un’intervista dove Giuliano Sangiorgi afferma di apprezzare molto il timbro di Fabri Fibra, al quale quest’ultimo risponde su Twitter: Grazie. Facciamo un pezzo assieme…

Ci sono voluti 10 anni, ma Fino al giorno nuovo è arrivato.

In un’intervista a RDS, il leader dei Negramaro ha raccontato di come questi 10 anni rappresentino il modo in cui entrambi gli artisti vedono e vivono la collaborazione: l’attesa di un’alchimia perfetta, del pezzo giusto in cui unire le penne e le voci per dar vita a qualcosa di unico.

Alle porte delle ultime date del tour, che si concluderà con tre serate all’Arena di Verona il 22,23 e 24 settembre, i Negramaro ci sorprendono quindi con l’uscita inaspettata di Fino al giorno nuovo, un pezzo che sembra poter rappresentare l’anello di congiunzione tra un passato glorioso e un futuro che ha ancora tanto da raccontare, sia come sonorità che come testo.

Chiudo gli occhi e prendo il volo
Per dimenticare tutto quello che di giorno provo

D’altronde, come Giuliano Sangiorgi ha affermato nella stessa intervista a RDS, se siamo in giro da vent’anni o facciamo sempre cose nuove o parliamo a noi stessi.

Fino al giorno nuovo si porta dietro tutta la tradizione più rock dei Negramaro, quella che affonda le radici in pezzi come Via le mani dagli occhi o Mentre tutto scorre, oltre alle componenti più elettroniche che possono essere ritrovate in Amore che torni.

In questa cornice si inseriscono con naturalezza i versi di Fabri Fibra, che arricchiscono il pezzo dandogli ancora più potenza e profondità. Nelle sue strofe riconosciamo tutto del Fabri Fibra degli ultimi anni: meno cattivo, più pop se vogliamo, ma mai banale, sempre con qualcosa da dire nella maniera giusta.

Faccio uno sbaglio dietro l’altro
Come mi muovo?
Ma ho camminato così tanto
Taglio il traguardo
Forse sto sognando
Gli incubi non mi raggiungeranno
Fino al giorno nuovo

Se la prima impressione può ingannarci, facendoci pensare a un pezzo pop, nato per essere catchy (lo è, ma non è soltanto questo), già dal secondo ascolto si riesce a cogliere qualcosa in più: fuga, libertà, intensità.

Fino al giorno nuovo può rappresentare un vero inno alla liberazione, allo strapparsi di dosso le corde che ci tengono legati in qualcosa che non vogliamo. Dal terzo ascolto in poi, cresce la curiosità per sentirlo dal vivo.

Personalmente, i Negramaro hanno rappresentato una costante della mia vita, pur non essendo il primo dei loro fan. In un modo o nell’altro, con più o meno vicinanza o intensità, non c’è stato mai un periodo in cui non ho sentito parlare di loro o in cui non ho ascoltato qualche loro canzone.

Non penso di essere l’unico.

Quando una band riesce a fare così breccia nella memoria e nella quotidianità di molte persone, diventa difficile non apprezzarne il grande talento unito ad una notevole intelligenza musicale.

La Playlist di Cromosomi