Gazzelle finisce il suo viaggio DENTRO di sé

da | Mag 19, 2023 | In Evidenza, Recensioni album

Aspettavamo questo momento dal 21 aprile, giorno in cui il nostro caro Gazzelle ha droppato i primi sei pezzi di DENTRO, il suo nuovo album.

E’ la mezzanotte di venerdì 19 maggio che ci porta gli ultimi sei pezzi del quarto album di Gazzelle. Così riusciamo finalmente a completare il capitolo DENTRO, il vero e proprio viaggio nella vita e nella psiche di un Flavio cambiato dalle sfide piccole e grandi della vita.

Quello che non cambia mai di Flavio è la sua capacità di farci entrare così tanto nel suo vissuto emotivo da farci stare male. E’ così relatable da farci dire:”Cazzo Flavie’, ma come fai a prenderci sempre?!“. Ciò implica, come sempre, un disco che porta a una vera e propria marea di lacrime, non smentendosi mai, ma proprio mai.

Le sonorità sono quelle classiche di Gazzelle, quell’itpop che ci fa sognare dal lontano Superbattito del 2017.

Anche il narratore è sempre percettibilmente lo stesso, ma a ogni album lo si trova cambiato in un qualche modo. C’è sempre la tristezza, la solitudine di essere un’anima sensibile in questo mondo un po’ troppo arido, dove le persone ti piombano nella vita come schegge impazzite e se ne vanno via, dopo esserti passate attraverso, almeno ugualmente veloci.

Ma non c’è solo Flavio: in queste sei nuove tracce ci sono anche Fulminacci e Noyz Narcos.

Rispettivamente in Milioni e Roma, i due artisti danno il loro bel contributo, chiudendo ottimi featuring. Pochi feat, ma calibrati alla perfezione. Menzione d’onore va però a La prima canzone d’amore, una sorta di lettera d’affetto, di ammirazione e di gratitudine a questa ragazza così importante per la vita di Flavio. Lacrime assicurate, ma per una volta non di tristezza, ma di commozione. Quelli che tutti e tutte ci meriteremmo, ma che solo pochi eletti possono avere. Non lo dire a nessuno, Michelino e LPPBDS riprendono un po’ gli soliti schemi gazzelliani, ma che dire, se non che funzionano?

DENTRO è un altro viaggio nel vissuto di Gazzelle. Non sarà l’album più originale di sempre, ma emoziona. Ed è questo l’importante.

La Playlist di Cromosomi