Elvis, decadenza e rifondazione dei Baustelle

da | Apr 15, 2023 | Recensioni album

Dopo 5 anni e una grande carriera alle spalle, serviva un signor disco per rientrare con forza sulla scena del mercato musicale italiano. Elvis è quello che vuole essere un ritorno in grande stile dei Baustelle. Il nono disco del gruppo è uscito il 14 Aprile, sotto BMG. Ci ha mostrato quel modo di essere […]

Dopo 5 anni e una grande carriera alle spalle, serviva un signor disco per rientrare con forza sulla scena del mercato musicale italiano. Elvis è quello che vuole essere un ritorno in grande stile dei Baustelle.

Il nono disco del gruppo è uscito il 14 Aprile, sotto BMG. Ci ha mostrato quel modo di essere del gruppo italiano che porta direttamente alla verità, al crudo e al realistico dell’essenza della loro musica. Già dal titolo percepiamo in che direzione vuole andare questo prodotto, quale atmosfera sentiremo sulla pelle all’ascolto. Elvis, il re del rock and roll, una leggenda il cui nome fa da apripista ad un lavoro che vuole sicuramente essere rock, ma non solo.

I Baustelle, nel disco, hanno puntato direttamente al reale, alla sincerità: un ritorno alle origini.

L’aspetto musicale del disco rivela una cura molto particolare, frutto di un imponente lavoro in studio. Intanto, come aveva anche preannunciato l’intervista di Cromosomimedia al gruppo prima dell’uscita del disco (puoi leggerla qui), la veste musicale è nuova, con un aggancio forte all’identità e al passato del gruppo.

Quella veste rock, anzi, glam rock che spicca durante le tracce di Elvis va in controtendenza rispetto all’atmosfera pop di L’amore e la violenza per esempio.

I Baustelle si sono davvero rinnovati, spogliati dei loro abiti precedenti per vestirne di nuovi, che rimandano al passato, ad Elvis, al re del rock, ma che guardano al contemporaneo ed al futuro.

Il disco è un agglomerato di concetti realistici, di proposte dirette, di verità di fatto e di sincerità cruda. Una metafore della vita come decadenza e rifondazione si unisce all’atmosfera rock del disco, generando un indissolubile senso di nuovo.

Eppure non si parla mai di un nuovo banale, accidentale, generato da una casualità caotica. I Baustelle portano decadenza e rifondazione di sè, tendendo sempre al passato, ad una sorta di nucleo creante e catalizzante.

Nel glam rock di Elvis troviamo una base, Milano, e poi tanta esperienza, ma anche gioventù, guerra, amore, desiderio, passione. Tutto questo presente con una chiave di lettura che si trova in quella parola che narra un futuro da scrivere: rifondazione.

I Baustelle hanno ripreso a raccontare, e il loro nuovo disco, Elvis, è fuori ora su Spotify. Non ti resta altro da fare, se non cliccare play.

La Playlist di Cromosomi