Festival di Sanremo 2023: la narrazione della settimana santa della musica italiana nel Metaverso di Cromosomi

da | Feb 12, 2023 | In Evidenza, News

Il settantatreesimo Festival di Sanremo si è concluso con la vittoria di Marco Mengoni. Un successo annunciato e un’edizione che come sempre ha creato divisioni e, al contempo, unione comodamente seduti dal divano di casa. Se avessimo voluto essere una testata canonica in questa settimana avremmo riportato la cronaca delle serate in maniera coinvolta e poco soggettiva. Ma perché farlo?

Perché non raccontarvi quello che è successo nel nostro immaginario portandovi nel metaverso cromosomico?

Sarebbe stato semplice descrivere le serate come fanno tutti (anche in maniera ottima), ma non sarebbe stato nel nostro stile. Il nostro fine, almeno questa volta, è quello di dare voce alla goliardia, al pensiero scambiato sul divano o nelle chat Whatsapp con gli amici. Vogliamo cambiare il punto di vista questa volta e raccontare ciò che emerso durante il Festival in quei veloci scambi di battute a sfondo ironico. C’è un Festival e un Meta-Festival e il nostro è proprio quest’ultimo.

Benvenuti nel nostro Metaverso e nelle teste della redazione di Cromosomi, da qui in poi troverete, in pillole, tutto ciò che ci siamo detti durante Sanremo 2023, un po’ come se fosse Nonciclopedia.org:

  • Paola e Chiara, glitterate e con casco in testa, sono palesemente i Daft Punk dell’Eurospin: Furore, la spesa intelligente.
  • giANMARIA De Filippi accoglie l’ospite a C’è Posta per Te e inizia il brano dicendo “Questa è la storia di un Supereroe…“. Entrano i bambini e appare Mr. Rain. 
  • Gianni Morandi, dopo la follia di Blanco che spacca i fiori, entra in scena con Ariete, il genio della casa.
  • Grignani canta Tu verrai o no al mio funerale? Tu verrai o no?, Blanco fraintende e in una crisi di nervi data dall’omelia del parroco rompe le corone di fiori.
  • i Maneskin sbarcano all’Ariston con Tom Morello. Se avessimo avuto le sue dita le nostre ex non sarebbero ex.
  • Colapesce e Dimartino, nella serata cover, invitano l’intramontabile Carla Bruni. Lei sembra uscita da un quadro di Delacroix: Liberté, Egalité, Colapescé.
  • Per chi ha vissuto un’adolescenza disturbata dai cartoni animati, Noemi e Mara Sattei si sono trasformate in Jessica Rabbit e Lola Bunny.
  • Il ritornello di Olly probabilmente è qualcosa di indefinito tra un su di me e una fellatio (videoclip qui!)
  • Fuori dall’Ariston c’era sicuramente uno spacciatore di brillantini ora in vacanza alle Mauritius grazie a Paola e Chiara.
  • Grignani pensava di essere a La ruota della fortuna: prova a indovinare il testo fallendo miseramente ogni serata, ma resta nella storia come il signor Giancarlo.
  • Salmo che si getta in acqua con il microfono dissando Sanremo è la maxistoria di come la mia vita è cambiata.
  • Al Bano dà dimostrazione delle sue incredibili doti atletiche attraverso una seduta di flessioni sul palco. Maldini e Massara in platea lo individuano come sostituto di Giroud al Milan.
  • Mengoni vince la serata cover e si candida al Golden Globe per la miglior interpretazione di Sister Act.
  • Luciani dei Cugini di Campagna sbarcherà sul mercato di Twitch con una versione di Anima mia in ASMR.
  • I Colla Zio sono i Cugini di Campagna con la giratempo di Harry Potter.
  • Dj JAd che fa la breakdance è più nostalgico di Bennato con l’armonica.
  • Voci di corridoio confermano che Sethu e i bnkr44 sono in verità i protagonisti dell’ultima stagione della nota serie giapponese Attack on Titans.
  • Dopo Terzo Cuore Leo Gassman farà una versione del brano portato al Festival in dialetto fiorentino. Si chiamerà Quarto Stomaco in featuring con i lampredottai del capoluogo toscano.
  • Levante sbarca su Namec. La trasformazione in Super Sayan di terzo livello è conclusa.
  • Per la prima volta a Sanremo è stato presente il presidente Mattarella. Si vocifera non abbia mai saltato un’esibizione dei Cugini di Campagna.
  • Quest’anno Anna Oxa come Voldemort, sai che esiste ma non sai quando appare…
  • Mr. Rain è il maestro che guida i bambini alla recita delle elementari
  • Grande sensibilità di Ultimo che accompagna la voce con il linguaggio dei segni
  • La Ferragni ha scritto una lettera a se stessa perché i Corinzi erano tutti morti
  • Nessuno ha mai visto Gianluca Grignani e Johnny Depp nella stessa stanza
  • Al Bano fa le flessioni a 80 anni, Gianni Morandi a 78 anni corre balla e canta contemporaneamente, Ranieri a 71 balla e canta.. io ne faccio 34 e per alzarmi dal divano devo prendermi un bello slancio con tanto di oh issa
  • Dopo il down durante i Pooh, Pornhub si è ripreso i numeri con Antonacci e  Tananai
  • Friendzone: fai una cover dei Baustelle ma i Baustelle suonano con un altro
  • Fatemi invecchiare in un mondo dove Gino Paoli è il capo della gang dei maranza over75
  • Ferragnez in crisi: il bacio con Rosa Chemical scatena l’ira di Chiara che decide di mandare un DM all’amministratore delegato del Codacons per prendere un caffè in amicizia

Un altro Sanremo è passato e come sempre ha lasciato un mare di sorrisi, meme e polemiche. Su una cosa siamo tutti d’accordo: il Festival rappresenta il vero fenomeno identitario italiano.

Sanremo è il momento d’unione più alto dell’anno per la nazione e riesce a creare sempre nuovi critici musicali amatoriali per pochi giorni. Nonostante questo sia un fenomeno goliardico e singolare, c’è chi la musica la tratta per mestiere.

Da lunedì noi di Cromosomi continueremo a occuparci di musica e voi continuerete a trovarci qui, tra la critica e il cazzeggio, tra un meme ed una recensione. Torneremo in giro per concerti, torneremo a vivere la musica in tutto Italia.

Ci vedremo in giro, buona musica a tutti!

La Playlist di Cromosomi