“Il giorno in cui ho smesso di pensare (Deluxe Edition)”, Irama ha ancora qualcosa da dirci

da | Nov 25, 2022 | Recensioni album

È mezzanotte, è quell’ora della notte che puntualmente i cantanti scelgono per presentare i loro nuovi album, i loro nuovi singoli. Si sa, è quel momento della giornata in cui siamo tutti più veri, diamo spazio alle nostre paure e alle nostre sensibilità più profonde. 

Questa volta ad accompagnare la parte più intima della giornata è Il giorno in cui ho smesso di pensare (Deluxe Edition), il nuovo album di Irama.

Dopo la vittoria ad Amici nel 2018 e la conseguente partecipazione al Festival di Sanremo nel 2019, Irama ha collezionato successi su successi e numerosi dischi di platino. Tanti i brani diventati delle vere e proprie hit estive che ci hanno accompagnato nei viaggi in macchina verso il mare. Le abbiamo cantate a squarciagola, le abbiamo ballate, dedicate ed altre ci hanno perfino fatto emozionare. Tra i tanti singoli basterebbe citare Nera, Mediterranea, Ovunque sarai, fino ad arrivare ai più recenti successi Luna piena e 5 Gocce.

Il nuovo album Il giorno in cui ho smesso di pensare (Deluxe Edition), è stato presentato nella maniera più semplice possibile, sotto un post di Instagram Irama scrive che semplicemente aveva ancora qualcosa da dire.

Si tratta infatti, di una nuova versione dell’album che aveva presentato subito dopo la partecipazione all’ultimo festival di Sanremo, Il giorno in cui ho smesso di pensare

Nel nuovo album si intrecciano inediti e hit che già ci frullano in testa da un bel pò. E’ un progetto musicale caratterizzato da collaborazioni con cantanti della scena musicale Italiana e non, basterebbe nominare personalità del calibro di Sfera Ebbasta, Rkomi, Lazza, Guè, Rose Villain e ancora, Willy William, Epoque, Mace e Shablo

PAMPAMPAMPAMPAMPAMPAMPAM, Canzoni Tristi (feat.Rose Villain), Moonlight e A L I, sono gli inediti aggiunti da Irama in questa nuova versione dell’album. 

L’album è un misto di profondità e nostalgia, scariche di energia pura si alternano a ritmi latineggianti.

E’ un album versatile e mutevole proprio come lo stesso Irama, che nel corso della sua carriera ha dimostrato di poter essere tutto quanto desiderasse.

Noi di Cromosomi ci siamo lasciati cullare dalla profondità di queste note, abbiamo lasciato libere le nostre emozioni e possiamo dire che ne è valsa davvero la pena.  

Irama è riuscito a farci smettere di pensare, ed è ciò che la musica deve fare.

Noi vi consigliamo di abbandonarvi a della buona musica !

Articoli Correlati