Mostro, ecco “Bottiglie Rotte” con Emis Killa e Gemitaiz

da | Nov 21, 2022 | Recensioni singoli

Il nuovo singolo dell’artista romano, Bottiglie rotte, celebra il rap e quello che la musica gli ha dato e per l’occasione ha scelto due ospiti d’eccezione.

Mostro è uno di quei rapper che per il talento che ha forse ha raccolto meno di quanto meritasse nell’arco della sua carriera. Classe ’92 l’artista romano occupa da anni una posizione di rilievo nella scena underground della Capitale e ora vuole espandere la sua cerchia di pubblico. A distanza di otto mesi dalla pubblicazione di Da Paura, il primo singolo uscito per Epic Records/Sony Music Italy, arriva ora Bottiglie Rotte insieme a Emis Killa e Gemitaiz. Con questo brano Mostro aggiunge un nuovo tassello al suo percorso musicale e conferma la volontà di essere fortemente presente nella scena.

Bottiglie Rotte è un brano che si allinea perfettamente allo stile di scrittura di Mostro: introspettivo, profondo e malinconico al punto giusto.

Lo ha sempre contraddistinto una continua ricerca interiore e personale e una grande lucidità nell’analisi di sé stesso. Anche qui il rapper scava dentro di sé per risalire alla fonte del suo malessere.

Inizi a essere te quando realizzi che sei solo (Uh)
E dopo non ti fotte più un cazzo di tutto il resto (No)
Perché quando il sole scende è sempre tе contro te stesso

La musica lo ha salvato il più delle volte. Oltre ad essere uno strumento imprescindibile per riuscire ad esprimersi, gli ha permesso anche di sentirsi meno solo. Il rap gli ha permesso di trasformare quelle situazioni di malessere in occasioni di confronto con il suo pubblico e anche di richiesta di aiuto. Ed ecco che quelle che erano Bottiglie Rotte si trasformano in semplici conchiglie.

Navi senza rotte nelle mie pupille
Sono conchiglie quelle che erano bottiglie rotte

All’interno del brano troviamo la collaborazione di Emis Killa e Gemitaiz. Il primo si è occupato del ritornello mentre Gem ha scritto la seconda strofa del pezzo. Anche loro celebrano la musica e l’occasione di riscatto che questa ha dato ad entrambi.

Ho messo in rima questa merda anche quando non aveva senso
Volevo un sogno perché ogni mio fra’ lo aveva perso
Per questo posso addormentarmi, fra’, la sera a letto
E stare sul palco come nel parchetto

In attesa di scoprire le prossime release di Mostro, sperando che questa sia solo la punta di un iceberg che nasconde un progetto musicale importante, ci godiamo Bottiglie Rotte.

Articoli Correlati