Hal Quartièr torna con “Venuto da Vivere”

da | Set 24, 2022 | Recensioni singoli

È disponibile da venerdì 23 settembre in Radio e su tutte le piattaforme digitali il nuovo singolo di Hal Quatièr: Venuto da Vivere.

Nato dal sodalizio artistico con Francesco Catitti in arte Katoo, producer e autore che ha lavorato con artisti del calibro di Rkomi, Michele Bravi, Tommaso Paradiso, Mahmood, Alessandra Amoroso, e molti altri. 

Il testo racconta di una storia finita male, uno di quegli amori che tiene incatenati e da cui non si riesce facilmente ad uscire, un rapporto fatto di bugie, da cui però non ti slegheresti mai. Tuttavia, quando si trova il coraggio di staccarsi da un sentimento importante ma tossico, ‘’viene da vivere’’. Proprio come quando arriva una risata spontanea, bella quanto inaspettata. Un ritorno alla vita, alla riscoperta di se stessi, degli amici e di ciò che davvero ci fa stare bene.

Hal Quartièr racconta la sua vita nel quartiere con un linguaggio semplice e diretto che possa arrivare a tutti. Come la vita, anche la musica di Hal è in continua evoluzione, ora pop-urban ora rock. Utilizza i suoi testi come mezzo per raccontarsi ed affrontare le sfide quotidiane, spesso difficili, che si trova di fronte un giovane di quartiere.

Ma chi è Hal Quartièr? Alfredo Fiore, venticinquenne di Bagnoli in arte Hal, nomignolo datogli dalla famiglia dall’infanzia.

In seguito al talento si è unita la consapevolezza artistica aggiungendo ‘’Quartièr’’, definendo meglio le intenzioni comunicative dell’artista. Un nome che racchiude un’idea precisa di chi è e vuole essere Alfredo: un punto di riferimento per i giovani di quartiere che si trovano a dover fronteggiare situazioni disagiate cercando di non perdere mai la speranza. 

Il concept dell’artista è focused, il suo modo eclettico di fare musica non lo incasella in un solo genere ma gli permette di spaziare. La fluidità, la plasticità o se vogliamo definirla libertà di fare il ca… che ti pare è una prerogativa importante per un Artista con la A maiuscola però è anche un arma a doppio taglio.

Per noi è un sì con qualche remora, aspettiamo anche altro da Hal Quartèr ma per ora ascoltiamo:

Articoli Correlati