E’ uscito “Sex festival”, il nuovo album di Villabanks

da | Set 2, 2022 | Recensioni album

E’ uscito oggi, venerdì 2 settembre Sex Festival , il nuovo album di Villabanks.

Il disco, distribuito da Virgin Records Italia, vanta speciali collaborazioni con artisti affermati ed emergenti del panorama urban ed indie della scena musicale italiana.

Noi di Cromosomi vogliamo raccontarvelo un po’ più da vicino, per mostrare l’evoluzione di un artista che, ancora una volta, ha dimostrato di avere un’identità precisa ed inconfutabile.

In questo lavoro non mancano i marchi di fabbrica, come ad esempio i tipici “switch ” nei testi dei brani in diverse lingue che hanno contribuito a suscitare interesse nei mercati internazionali , ma questa volta c’è davvero qualcosa di più

Un ritornello catchy e un ritmo accomodante accompagnano la prima traccia, Sole di fine estate , il singolo uscito a luglio scorso il cui testo è un’amarcord di una frequentazione estiva che ormai si è conclusa e che lascia un grande vuoto.

Adesso che ti ho persa sento di essermi perduto, eh, nel vuoto…

il viaggio prosegue con Insieme, che vanta un feat importantissimo, quello con Ariete: un brano inizialmente quasi intimo, si lascia poi andare ad un ritmo che ci trasporta dentro al sogno di una coppia che spera di riuscire a costruirsi un futuro.

Scapperemo insieme dalla noia

Voglio nostre foto

in mille scatole

di ricordi

L’elogio all’amore ed alla bellezza femminile prosegue con Qvid e Jamaica. Il primo brano in particolare, ben dimostra come certi temi non siano un tabù per l’artista.

Arrivati a metà del disco, le percussioni scandiscono nel beat lo scorrere del tempo e ci introducono a Dalla finestra, un brano dal sapore esistenziale ,un’interrogazione sul senso della vita che sancisce quindi un radicale cambio di tema.

Più che mai in questo album, Villabanks è però deciso a mostrare quanto l’amore per come lo concepisce lui sia un binomio perfetto tra intimità e profondità.

Ce lo dimostra ancora una volta in brani come Notte d’amore e fiducia , un feat con Heartman in cui il tema centrale diventa proprio quello evocato dal titolo, traslato chiaramente in un’ipotetica relazione amorosa.

L’abbassamento delle difese avviene in maniera definitiva con Essere me, il feat con Tananai, che racconta di come a volte una relazione cambi un individuo a tal punto da innescare in lui la volontà di impegnarsi affinché tutto funzioni per il meglio, rendendolo anche disposto a mostrarsi vulnerabile agli occhi dell’altra persona.

L’unica voce femminile scelta per fare parte di questo lavoro , quella di Eleonora, impreziosisce il ritornello della penultima traccia dell’album, Giocattolo, intermezzo che conduce alla fine del disco.

Lo splendido sound di una chitarra virtuosistica ed a tratti malinconica contrasta con il beat lineare in Russian Cream II per esprimere la delusione e la tristezza di una frequentazione iniziata quasi per gioco o forse nemmeno mai cominciata, di cui VillaBanks aveva già raccontato in Russian Cream, una traccia contenuta nel suo primo album, Non lo so .

Spesso ci si accorge troppo tardi che, a volte, i sentimenti prendono il sopravvento.

Con questo brano  il cerchio si chiude più che degnamente. Rispetto ai precedenti album, Villabanks ci mostra una maturità inaudita, ma soprattutto annovera al sesso il ruolo di tematica sociale.

Sex festival, infatti, non è solamente un prodotto discografico, ma anche un vero e proprio evento che si terrà domenica 4 settembre a Padova.

Si tratta di una giornata in cui si alterneranno panel e confronti tra vari esperti che affronteranno più tematiche legate al mondo del sesso.

L’artista inoltre ha definito questo lavoro un viaggio nuovo, la prima tappa di una storia che ha un obiettivo ben preciso: rappresentare più forme di libertà, l’amore per la vita e i valori fondamentali che ognuno di noi riconosce come tali, cercando di educare i ragazzi più giovani alla sessualità e all’affettività.

Le premesse sono ottime, e visto il successo già ottenuto con i lavori precedenti, non stentiamo a credere che Villabanks possa confermarsi una voce prorompente nel panorama della musica urban. 

Articoli Correlati