Aghia Sophia Fest, il festival culturale in Calabria

da | News

Immaginate un posto mistico in cui la natura, la storia e la cultura si incontrano. Immaginate un luogo in cui arte, musica e filosofia diventano muse recuperando, alla maniera dechirichiana, quella classicità lenta. Tutto questo è Aghia Sophia Fest.

Sarebbe riduttivo chiamarlo festival di teatro e musica. Aghia Sophia Fest è una due giorni di esperienze (24 e 25 luglio).

Per descrivere Aghia Sophia Fest bisogna innanzitutto partire dalla location. Un locus amoenus calabrese: l’Abbazia di Corazzo. Incastonata nelle montagne della Presila catanzarese, l’Abbazia di Santa Maria a Corazzo è uno dei siti culturali più importanti della regione calabrese. Basti pensare che Gioacchino da Fiore, menzionato nella Commedia di Dante Alighieri, scrisse molte delle sue opere proprio in questo luogo. Un posto scelto dall’organizzazione dell’evento, il Fiilo di Sophia, per dare il senso dell’evento. L’Abbazia è un luogo inaccessibile all’occhio umano. E’ un po’ perdersi per ritrovarsi.

Tra i nomi illustri che si esibiranno in questa suggestiva cornice non possiamo non citare Motta e Babilonia Teatri.

Motta non ha bisogno di presentazioni. Pilastro del genere indie e fresco d’album si esibirà il 24 luglio nell’unica data calabrese del suo tour. Sempre nella giornata del 24 l’Aghia Sophia Fest, dalle 17 in poi, darà il via alle danze con le mostre di Gentili e Colloca, con la musica di Yosonu, Prospettive di Gioia sulla Luna e Artico. Si proseguirà con il dj set di Fabio Nirta e l’evento a tema filosofico di BarbaSophia. La giornata si concluderà con il concertone di Motta. Il 25 oltre al dj set di Roberto Vagliolise, si esibirà il duo filosofico Tlon e il food blogger Uomo Senza Tonno. La giornata si chiuderà con Babilonia Teatri e il loro spettacolo ricco di sorprese soprattutto per quanto riguarda il coinvolgimento del pubblico.

Aghia Sophia Fest seguirà un filo conduttore e proprio per questo si potrà anche campeggiare nella splendida cornice naturale del festival. Uno spettacolo nella natura che darà respiro a tutto il mondo dello spettacolo, della cultura e dei fruitori di ciò, che a causa della pandemia ha sofferto. Un bellissimo sogno a cielo aperto.

Articoli Correlati