“Ma lo vuoi capire?” di Tommaso Paradiso

da | Recensioni singoli

È da poco passata la mezzanotte quando schiaccio play per ascoltare il nuovo singolo di Tommaso Paradiso, Ma lo vuoi capire?

Allo scoccare della mezzanotte, Tommaso Paradiso ha pubblicato la sua Ma lo vuoi capire?. So che potrebbe suonare un po’ minaccioso, ma in realtà si tratta solo del titolo del nuovo singolo dell’ormai ex frontman dei Thegiornalisti.

Il brano vede la collaborazione di uno dei maggiori produttori “seriali” di tormentoni degli ultimi anni, Dardust. Il tocco del producer piacentino agisce con delicatezza sulle sonorità del brano, regalando a questo pezzo atmosfere più fresche e meno impolverate.

E di cosa parla il nuovo singolo di Tommaso Paradiso, Ma lo vuoi capire? Beh, è una canzone che parla di… indovinate un po’… ma D’AMORE. E di cosa altrimenti?

Il cantautore romano ci racconta di come il senso di tutte le cose, anche e soprattutto di quelle più semplici, sia legato a doppio filo alla presenza della persona amata.

Racconta di me, di voi, di chiunque abbia amato nel senso più viscerale del termine. Racconta di quanto le assenze ci consumino, riuscendo a rubarci tutte le nostre forze e nascondendoci le nostre capacità.

La mattina invece, beh.

La mattina è quello che è.

Sono a letto che cerco il pensiero giusto per mettermi le scarpe e muovermi nel mondo

Ma può accadere che quel pensiero giusto non arrivi, che il peso delle paure e delle debolezze ci tenga inchiodati al letto.

Un peso così grande da tenerci bloccati al suolo, impedendoci di volare o anche semplicemente di trovare una ragione per alzarci dal letto e andare a muoverci nel mondo.

Ma lo vuoi capire?

Che senza di te pure il vino buono sa di aranciata e che la notte non sa di niente, non prende gusto

Perché, in certi casi, nemmeno la presenza di un milione di persone riuscirebbe a colmare la voragine che una sola assenza è riuscita a generare.

Ed è proprio in quei momenti che tutto perde sapore e tu perdi pezzi, ti senti a metà, incompleto. E ti basterebbe così poco per stare meglio.

E se torni ci guardiamo pure un film, di quelli che fanno piangere.

 E se ti va poi ci spariamo pure un drink

Ti basterebbe quella persona, la tua persona. Il primo film che avete visto insieme, quello che vi ha fatto scoprire innamorati, che ha osservato in silenzio le vostre mani che si intrecciavano e i vostri baci rivelarsi perfetti.

Quel drink di troppo, che in quella sera d’estate vi ha aiutato a volare leggeri sopra il filo spinato della paura e vi ha permesso di scoprire cieli pieni di felicità.

Ma lo vuoi capire? è una canzone d’amore, quindi urlatela in casa da soli, ascoltatela in silenzio sotto le coperte, dedicatela a chi è andato via oppure tenetela per voi, che certe volte i film sono belli anche se guardati da soli.

Articoli Correlati