“Dobermann” di Leo Pari

da | Recensioni singoli

A mezzanotte è uscito Dobermann, secondo singolo, dopo Matrioska, ad anticipare il nuovo album di Leo Pari che verrà pubblicato nel 2020.

Il cantante, musicista, produttore e autore presenta questo pezzo in un momento particolare.

Lontani dalla realtà, l’immaginazione sembra l’unica arma per combattere il vuoto lasciato dalla vita reale.

Un concetto che lui stesso spiega ai suoi fan su Instagram qualche giorno prima della pubblicazione:

“Venerdì esce Dobermann, una canzone che ho scritto negli stessi giorni in cui ho scritto Matrioska e che a me ha fatto davvero tanto bene. Nel frattempo sto approfittando di questi giorni di isolamento per ordinare vecchie idee e tirarne giù di nuove, lavorando anche con amici autori a distanza e cercando di rendermi produttivo in questo periodo di stasi forzata. Non è facile scrivere qualcosa in un momento in cui nulla sembra avere senso, in cui la vita reale sembra lontana, ma io voglio combattere contro sto niente, e l’unica arma che ho è l’immaginazione, il pensiero che mando a sbirciare nel futuro, per vedere che tutto tornerà come prima, che tutto tornerà ad avere un senso, anche più di prima.” -@leopari_

Il tema principale è sicuramente l’amore, un amore dal quale non ci si può nascondere, che ti ricorre come un Dobermann. Un sentimento che ti porta a scappare intimorito senza sapere che la sua forza può travolgerti come un’auto in corsa. Non puoi frenare, non serve guardare indietro e non vuoi fermarti.

Il testo con delle immagini semplici, ci permette di immaginare un legame che non si indebolisce davanti alla paura. Il cantante presenta infatti una relazione complessa e dal finale sospeso, una storia che spaventa ma che non può essere spenta dall’incertezza.

Anche quando ti perdi, e non sai più dove vai, puoi tornare a casa, è lì che mi troverai…

Sarebbe più facile evitarlo, allontanarsi, ma poi si torna sempre allo stesso punto, a casa. Perché delle volte può sembrare un brutto film, ma lo si può guardare insieme, affrontare insieme.

Questo film fa paura, per fortuna che stiamo vicini…

Così Leo Pari spezza la monotonia della quarantena, riportando al centro l’amore, permettendoci di immaginare e di tornare con la mente a come era prima e a come tornerà ad essere presto.

Articoli Correlati